Cerca

Ritiro da Gaza, Sharon andrà fino in fondo

Il premier israeliano davanti alla Knesset sulla decisione di ritirare le colonie e le truppe israeliane dalla Striscia. «Sono convinto che questa separazione rafforzerà Israele»
GERUSALEMME - Il premier israeliano Ariel Sharon si è dichiarato questo pomeriggio davanti alla Knesset «deciso a andare fino in fondo» al processo di disimpegno da Gaza.
«E' stata la decisione più difficile di tutta la mia vita» lo ha detto questo pomeriggio davanti alla Knesset il premier israeliano Ariel Sharon, parlando della decisione di ritirare le colonie e le truppe israeliane da Gaza.
L'intervento del premier, che ha aperto il dibattito del parlamento sullo storico piano di ritiro da Gaza, si svolge in un clima molto teso. Domani sera è previsto il voto.
Sharon è stato interrotto più volte da urla di contestazione degli avversari del ritiro.
Il premier ha detto di essere «deciso a andare fino in fondo a questa separazione: sono convinto che rafforzerà Israele».
«Come combattente, come politico, deputato, ministro, è stata la decisione più difficile della mia vita» ha affermato.
Sharon ha avvertito che Israele si trova oggi davanti ad «una scelta decisiva»: «non è solo con la spada che riusciremo» ha aggiunto. Il premier si è detto determinato a «fare tutto il possibile per arrivare alla pace» e ha aggiunto che il piano di ritiro da Gaza «non viene al posto del negoziato» e che «non si tratta di congelare la situazione per sempre».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400