Cerca

Giustizia - Due giorni di sciopero

I penalisti dell'Unione delle camere penali italiane hanno proclamato lo stato di agitazione per il 24 e 25 novembre contro il disegno di riforma dell'ordinamento giudiziario
ROMA - La giunta dell'Unione delle camere penali italiane - che raggruppa 8.500 avvocati - ha proclamato oggi due giorni di sciopero per i prossimi 24 e 25 novembre per protestare contro il disegno di riforma dell'ordinamento giudiziario che - secondo i penalisti - «tradisce la separazione delle carriere». Lo si apprende da fonti della stessa giunta.
La decisione della giunta dell'Unione delle camere penali relativa alla proclamazione dello sciopero è stata presa all'unanimità. E' la sesta volta che i penalisti, sotto la guida del presidente Ettore Randazzo - rieletto lo scorso dieci ottobre - hanno proclamato l'astensione dalle udienze che avverrà in tutte le sedi giudiziarie. All'Unione delle camere penali fanno riferimento 128 rappresentanze territoriali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400