Cerca

Clandestini, tentata fuga finisce in rissa

13 palestinesi arrestati ed altri 32 denunciati perchè ritenuti gli autori di disordini nel centro di permanenza temporanea di Isola Capo Rizzuto
ISOLA CAPO RIZZUTO (CROTONE) - Tredici cittadini extracomunitari di nazionalità palestinese sono stati arrestati ed altri 32 denunciati da polizia e carabinieri perchè ritenuti gli autori di disordini avvenuti nella notte nel centro di permanenza temporanea di Isola Capo Rizzuto, nel corso di un tentativo di fuga compiuto da un gruppo di stranieri che si trovano nella struttura in attesa di essere espulsi.
Nel corso dei disordini sono rimasti contusi due carabinieri, un agente della polizia di Stato, che effettuavano il servizio di controllo nel centro, e dieci cittadini extracomunitari.
Durante la notte un gruppo di circa trenta stranieri ha tentato la fuga dalla struttura, ma polizia e carabinieri lo hanno bloccato. Gli extracomunitari hanno provocato danni alle strutture e distruggendo le suppellettili. Polizia e Carabinieri sono intervenuti per ricondurre alla calma gli extracomunitari ma questi li hanno aggrediti. In una seconda palazzina del centro, inoltre, sono stati incendiati materassi e letti. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco intervenuti poco dopo.
Solamente dopo molte ore i carabinieri e gli agenti della polizia di Stato hanno ripristinato la tranquillità nel centro e arrestato i presunti autori dei disordini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400