Cerca

Polacco produce benzina riciclando la plastica raccolta come immondizia

La macchina costruita da Zbigniew Tokarz è in grado di dare fino a 500 litri di combustibile all'ora, secondo quanto scrive il quotidiano polacco Gazeta Wyborcza
VARSAVIA - L'invenzione potrebbe avere un certo successo, particolarmente in questi giorni di prezzi record sui mercati internazionali del greggio: il polacco Zbigniew Tokarz, di Niewiadow a 30 chilometri da Lodz in Polonia centrale, produce benzina riciclando la plastica raccolta come immondizia.
La macchina da lui costruita è in grado di dare fino a 500 litri di combustibile all'ora, secondo quanto scrive oggi il quotidiano polacco Gazeta Wyborcza. Ed a riprova che le ricerche sono già oltre la fase iniziale, il giornale scrive che la società fondata da Tokarz «Tecnologie ecologiche», potrebbe fra poco entrare in joint venture con un gruppo industriale australiano mentre una sua macchina è stata già acquistata da un'altra società di Ostrava, in Repubblica ceca. «Anche tedeschi, irlandesi e cinesi hanno mostrato interesse alla mia scoperta», ha detto Tokarz al giornale.
Il processo di produzione non sembra molto complicato: i prodotti in plastica gettati via dopo il loro uso (dalla pellicola trasparente per coprire i cibi alle bottiglie dell'acqua o del latte fino ai pezzi di paraurti delle autovetture), vengono fatti sciogliere lentamente e gradualmente (perchè non si carbonizzino) in un reattore catalitico a temperature che arrivano fino a 400 gradi. La materia prima diventa liquida e, grazie alla catalizzazione attraverso un composto di alluminio, si trasforma in vapore di idrocarburi, simili a quelli presenti nel petrolio o nel gas naturale. Il prodotto finale, anche gli scarti, non è inquinante per l'ambiente. Rispetto a esperimenti simili condotti in Giappone e Germania, secondo il giornale, la macchina del polacco funziona senza bisogno di ricorrere all'alta pressione, e non puzza.
Dopo il raffreddamento si ottiene carburante liquido che la società di Tokarz consegna a due raffinerie polacche. Nella distillazione finale si ottengono fino al 18% di benzina ed al 47% di olio combustibile.
Il processo di produzione inventato da Tokarz è quasi interamente automatizzato, per accudire la macchina (dalla forma simile ad un container) bastano due uomini che introducono l'immondizia di plastica in una specie di tritatutto che la riduce in pezzetti minuscoli.
Solo in Polonia la raccolta della spazzatura, secondo stime attuali, produce fino a 1,4 milioni di tonnellate di plastica.
«La mia macchina può lavorare in condizioni estreme, anche direttamente nei centri di raccolta della spazzatura», ha detto Tokarz. Per ora la plastica da riciclare viene portata dai diversi centri di raccolta del paese a Niewiadow, dove si svolge la produzione. Già entro la fine dell'anno - secondo Gazeta Wyborcza - la società di Tokarz avrà sette macchine in funzione e offrirà lavoro a 80 polacchi.
Tadeusz Konopka

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400