Cerca

Serie B

Bari, conto alla rovescia
in arrivo la cura Camplone

Bari, conto alla rovescia in arrivo la cura Camplone

Camplone al San Nicola

di Davide Lattanzi

BARI - Anno nuovo ed ultimi scampoli di vacanza nel pianeta Bari. Il 6 gennaio la squadra biancorossa riprende le fatiche. Nove giorni dopo i galletti torneranno in campo per il match inaugurale del 2016, in trasferta a La Spezia, venerdì 15 alle 20,30, la prima partita dell’era Camplone, il tecnico chiamato a sostituire l’esonerato Davide Nicola sulla panchina biancorossa per provare a riagganciare le primissime posizioni in classifica.

Il primo a rientrare alla base sarà il presidente Gianluca Paparesta. Il massimo dirigente dei galletti si è concesso una settimana scarsa di evasione a New York e rientrerà in Italia domani. Immediatamente dopo, l’ex arbitro internazionale si immergerà in un lavoro intenso, tra programmi da stilare con Razvan Zamfir (nei prossimi giorni sarà ufficializzato il suo rinnovo del contratto fino al 2017 con la probabile nomina a direttore sportivo) e rivisitazione del progetto tecnico, alla luce dell’ingaggio del neo tecnico, Andrea Camplone. A tal proposito, l’allenatore pescarese dovrebbe sbarcare nel capoluogo nel giorno dell’Epifania: presentazione alla stampa e subito allenamento. Nei giorni successivi seguiranno sedute di lavoro particolareggiate, fino alla partenza per il ritiro di Montecatini, fissata per il dieci.

Farà un certo effetto non rivedere all’opera Davide Nicola: l’ormai ex trainer è tornato a casa, in Piemonte, trascorrendo le festività di fine anno in famiglia nei pressi di Luserna San Giovanni, la sua città d’origine. Tra i calciatori, molti hanno fatto l’analoga scelta di rientrare presso le rispettive abitazioni per passare i giorni liberi con i parenti più stretti. Una decisione obbligata per chi ha figli in tenera età oppure per chi, come Francesco Valiani, è appena diventato papà. Non manca, tuttavia, chi ha sfruttato il periodo per concedersi una vacanza più avventurosa, fuggendo dal freddo per rifugiarsi nel caldo di mete da sogno. Marco Romizi, ad esempio, ha scelto le isole Mauritius, il capitano Matteo Contini ha, invece, optato per le Maldive. Mare e sole, quindi, per dimenticare le amarezze di fine anno. Anche Massimo Donati si è regalato una vacanza esotica, preferendo il tepore di Dubai, meta prediletta di molti grandi club per la preparazione durante la sosta invernale.

Qualcuno, però, non ha avuto paura delle temperature rigide: Giuseppe De Luca, infatti, è a Madonna di Campiglio, in piena montagna. Improbabile, tuttavia, che la «zanzara» si sia scatenato sugli sci, essendo alle prese con una microfrattura ad un dito del piede che lo costringerà ai box fino a fine gennaio. Infine, c’è pure chi ha preferito una destinazione più culturale, in una delle grandi capitali europee. Gianluca Sansone è andato in Germania ed in particolare a Berlino, la capitale che forse meglio racchiude e sintetizza la grande storia tedesca. Bagni, escursioni e divertimento si protrarranno ancora per tre giorni. Con l’arrivo della «Befana» si farà di nuovo sul serio: il girone di ritorno parte con prove pesanti. Spezia, Vicenza, Pescara, Crotone, Avellino: un avvio durissimo. Ma anche un valido test per capire se Camplone riuscirà a portare i galletti laddove non è arrivato Nicola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400