Giovedì 19 Luglio 2018 | 23:32

Caseificio choc a Nardò formaggio tra veleni e escrementi di topo

NARDO' - A far venire i brividi sono due cose: le foto del formaggio con gli escrementi di topo disseminati ovunque e il pensiero che qualcuno, quel cacio, se lo sarebbe dovuto mangiare. Circa dieci giorni fa i carabinieri del Nas di Lecce hanno effettuato una ispezione in un allevamento con annesso caseificio sulla Nardò-Copertino. L’azienda si trova in territorio neritino ma all’estrema periferia dello stesso, praticamente quasi all’ingresso dell’altra cittadina. (Guarda la foto)
Caseificio choc a Nardò formaggio tra veleni e escrementi di topo
NARDO' - A far venire i brividi sono due cose: le foto del formaggio con gli escrementi di topo disseminati ovunque e il pensiero che qualcuno, quel cacio, se lo sarebbe dovuto mangiare.

Circa dieci giorni fa i carabinieri del Nas di Lecce hanno effettuato una ispezione in un allevamento con annesso caseificio sulla Nardò-Copertino. L’azienda si trova in territorio neritino ma all’estrema periferia dello stesso, praticamente quasi all’ingresso dell’altra cittadina.

All’esterno dell’azienda è tutto a posto: anche i nuovissimi locali, realizzati da poco, del caseificio non lasciano nessun dubbio sulla cura dei prodotti. Il problema è che i carabinieri del nucleo anti sofisticazioni hanno voluto guardare oltre la facciata.

In un locale sotterraneo e celato alla vista, infatti, i militari hanno scovato l’inghippo: su tavolacci di legno e altri bancali sistemati alla meno peggio c’erano 630 forme in pessimo stato circondate da veleno per topi.

Alcune erano rosicchiate ma il peggio doveva ancora essere scoperto dai carabinieri: il formaggio era letteralmente «assediato» da bustine di topicida. Si tratta di un preparato chimico potentissimo che dev’essere maneggiato con i guanti. In questo caso le bustine erano ovunque, sui tavoli e sotto, ma anche tra una forma e l’altra.

Ovunque, poi, escrementi di topo, insetti morti e condizioni igieniche, in generale, pessime.

I due locali, non intonacati, coi muri scrostati e quindi totalmente inidonei allo stoccaggio e alla conservazione degli alimenti, sono stati sequestrati. Il titolare è stato denunciato a piede libero.

Nel complesso si è trattato di una situazione inimmaginabile anche perché appare chiaro che i prodotti fossero destinati alla vendita e non si trattasse di scorta personale dei proprietari.

Resta anche da capire da quanti anni andasse avanti questa pratica balorda di conservazione – se si può usare questo termine - del formaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Ilva, Anac «Criticità in gara, ma stop spetta a governo» e Di Maio informa Conte

Ilva, Anac «Criticità in gara, ma stop spetta a governo» e Di Maio informa Conte

 
Taranto, omicidio imprenditore agricolo: assassino condannato a 16 anni

Taranto, omicidio imprenditore agricolo: assassino condannato a 16 anni

 
Foggia calcio, in appello via squalifica De Zerbi: -8 punti alla squadra

Foggia calcio, in appello via squalifica De Zerbi: -8 punti alla squadra

 
Crac Ferrovie Sud Est: Regione Puglia esclusa dalla parte civile

Crac Ferrovie Sud Est: Regione Puglia esclusa dalla parte civile

 
Bari, i dipendenti del Palagiustizia: «Nuova sede non sicura: è vicina alla Fibronit»

Bari, i dipendenti del Palagiustizia: «Nuova sede non sicura, è vicina alla Fibronit»

 
Decaro scrive alla Figc: «Il Bari riparta dalla serie C»

Decaro scrive alla Figc: «Il Bari deve ripartire dalla serie C»

 
Bari calcio, il sindaco Decaro incontra i tifosi: ecco il vademecum

Bari calcio, il sindaco Decaro incontra i tifosi: ecco il vademecum

 
Anziano ucciso a coltellate in casa a Barletta. Il figlio portato in caserma

Barletta, anziano ucciso a coltellate in casa: arrestato il figlio 45enne

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS