Cerca

Sicurezza sul lavoro, 106 mln dall'Inail

A tanto ammonta lo stanziamento dell'Istituto a favore delle piccole e medie imprese e di quelle dei settori agricolo e artigianale per i programmi di adeguamento
ROMA - Oltre 106 milioni di euro sono stati stanziati dall'INAIL a favore delle piccole e medie imprese e di quelle dei settori agricolo e artigianale per il finanziamento di programmi di adeguamento alla normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. E' stato recentemente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale un nuovo bando che prevede il sostegno economico alle imprese attraverso finanziamenti agevolati che saranno erogati dagli Istituti di credito ai quali sono stati affidati i servizi bancari relativi all'iniziativa. Le banche coinvolte nell'operazione sono Artigiancassa, BNL, Monte dei Paschi di Siena, ICCREA Banca e Banche di credito Cooperativo, Unicredit Banca, Banca Toscana, Banca Agricola Mantovana, Cariprato, Cassa di Risparmio San Miniato, Banca Monte Parma e Banca Popolare di Spoleto. Le risorse messe a disposizione ammontano esattamente a 106.804.748 euro, ripartite a livello regionale e per «assi» (tipologia). Gli incentivi finanziari sono di due tipi: - finanziamento in conto interessi: si tratta di finanziamenti agevolati con copertura totale dei relativi interessi da parte dell'INAIL. Il finanziamento può variare da un limite minimo di 10.329 euro ad un massimo di 154.937 euro. Per essere ammessi a questo tipo di finanziamento, le piccole e medie imprese (con meno di 250 dipendenti) e le imprese agricole e artigiane dovranno presentare programmi di adeguamento alla normativa per le seguenti attività: - eliminazione di macchine prive di marcatura CE e sostituzione con macchine targate CE; - acquisto, installazione, modifica di impianti, apparecchi, dispositivi per l'aumento del livello di sicurezza, la riduzione dell'esposizione ad agenti chimici, fisici e biologici, l'eliminazione o la riduzione dal ciclo produttivo dell'impiego di sostanze pericolose; - installazione di dispositivi di monitoraggio dello stato dell'ambiente di lavoro per controllare l'esposizione dei lavoratori a sostanze pericolose; - ristrutturazione degli ambiewnti di lavoro; - implementazione dei sistemi di gestione aziendale della sicurezza secondo parametri internazionali. finanziamenti in conto capitale. Si tratta di un contributo a fondo perduto che può essere erogato dall'INAIL, una volta concesso il finanziamento agevolato in conto interessi, in misura pari al 30% dell'importo del programma entro il limite massimo di 46.481 euro. Sono ammessi a questo tipo di sostegno i programmi che presentano caratteristiche di particolare valenza e qualità sotto l'aspetto della prevenzione e della esportabilità ad altre realtà produttive. Gli «assi» che possono essere finanziati in questo modo sono relativi alle modifiche o reingegnerizzazioni di impianti o macchine riguardanti singoli reparti o l'intero processo produttivo, l'eliminazione o la riduzione dell'impiego di sostanze pericolose e le ristrutturazioni impiantistiche attuando soluzioni che possano costituire punti di riferimento ancxhe per altre imprese. Si tratta del secondo bando sulla materia emanato dall'INAIL: con il precedente erano stati messi a disposizione degli stessi destinatari 181 milioni di euro. I finanziamenti all'epoca approvati con un contributo a carico dell'INAIL sono stati di 74 milioni di euro che hanno consentito di promuovere 4.588 programmi di adeguamento da parte delle imprese. Con le risorse «avanzate» dal precedente bando è stato ora possibile mettere nuovamente a disposizione 106 milioni di euro. Le domande per accedere ai finanziamenti possono essere presentate dal 29 giugno al 28 luglio, presso tutte le sedi dell'INAIL o via internet al sito www.inail.it. Per ulteriori informazioni è possibile chiamare il numero verde 803-888. Le domande dovranno essere predisposte utilizzando esclusivamente l'apposito CD ROM, disponibile sia sul sito internet che presso le sedi dell'Istituto. Il bando, disponibile anch'esso sia sul sito che presso le sedi. indica le modalità di presntazione delle domande, le risorse disponibili per ciascuna regione, gli Istituti di credito coinvolti, le modalità dell'istruttoria bancaria, della concessione e della restituzione dei finanziamenti agevolati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400