Cerca

E Rignano G. continua a franare

Il piccolo centro del promontorio garganico da anni è sottoposto a smottamenti e cedimenti del terreno. Il sindaco punta l'indice contro maltempo e Regione
FOGGIA -Torna nuovamente di attualità il dissesto idrogeologico a Rignano Garganico il piccolo centro del promontorio da anni sottoposto a smottamenti e cedimenti del terreno che allarmano non poco gli abitanti. Questa volta il movimento franoso ha interessato il belvedere di via Ripa, una delle zone più belle e suggestive del centro storico di Rignano. La frana che ha un fronte di circa 20 metri ha quasi completamente distrutto un muro realizzato da pietre e terra.
La zona era già transennata perché si erano avute avvisaglie nelle settimane passate.
Al momento lo smottamento non ha provocato danni a persone e alle abitazioni neanche a quelle che si trovano proprio sotto il belvedere e il piccolo muro. Sono una quarantina le abitazioni, tutte di anziani, che questa mattina si sono detti preoccupati per quello che è accaduto, ma soprattutto per quello che potrebbe ancora accadere. Anche se nessuno ha abbandonato la propria abitazione, sono in molti che nelle prossime ore potrebbero decidere di trasferirsi, da parenti o amici, in qualche zona più sicura del paese.
Ancora una volta in allarme anche il sindaco di Rignano Garganico, Matteo Viola che ha puntato l'indice contro il maltempo e le piogge di questi ultimi giorni ma anche contro i mancati aiuti da parte della Regione Puglia.
Nei prossimi giorni l'amministrazione comunale dovrebbe rendere operativo un piano per salvaguardare non solo la zona del belvedere ma altri quartieri a rischio smottamento. Un piano che prevede una spesa di oltre 55mila euro, fondi che dovrebbero essere garantiti dalla Regione Puglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400