Cerca

Pd, dopo il caso Bisceglie
scoppia la crisi provinciale

Il presidente della Provincia di Barletta-Andria-Trani Francesco Spina si presenterà dimissionario alla riunione che si terrà domani ad Andria del Consiglio provinciale. Emiliano: noi attenti alla questione morale

Pd, dopo il caso Biscegliescoppia la crisi provinciale

BARLETTA - Il presidente della Provincia di Barletta-Andria-Trani, Francesco Spina si presenterà dimissionario alla riunione che si terrà domani ad Andria del Consiglio provinciale. Spina, che è anche sindaco di Bisceglie dove guida una maggioranza composta da Udc e 11 liste civiche, è al centro di polemiche perché ha chiesto l’iscrizione online al Pd assieme alla giunta comunale, a dipendenti e consiglieri comunali.

Dopo una riunione di maggioranza tenutasi questa mattina, convocata d’urgenza dal Presidente Spina sei dei sette consiglieri provinciali di maggioranza - Luigi Rosario Antonucci, Antonia Spina, Giuseppe Corrado, Sabino Miccoli, Raffaele Rutigliano e Benedetto Silvestri Vigilante - hanno rimesso nelle mani del Presidente le proprie deleghe consiliari. "Spina - spiega la Provincia Bat in un comunicato - si è impegnato in modo condiviso a portare la situazione politica all’esame della massima assise consiliare, affinchè si possa affrontare in modo congiunto ed approfondito la situazione politica del contesto provinciale; riflessione alla quale il Presidente della Provincia si presenterà dimissionario».

Se grazie al carisma di Renzi il Pd diventa oggetto di desiderio di iscrizione, devo essere contento. Non è possibile che il Partito democratico, quando qualcuno si vuole iscrivere, si spaventi perchè i singoli segretari di circolo, i singoli segretari provinciali temono alterazioni dei rapporti di forza. Il Pd è una comunità aperta, sta scritto proprio così nel suo Statuto». Lo ha detto il segretario dimissionario del Pd Puglia e presidente della Regione, Michele Emiliano, parlando con i giornalisti delle richieste di iscrizione al Pd inoltrate online dal sindaco di centrodestra di Bisceglie, Francesco Spina, che è anche presidente della Provincia Barletta-Andria-Trani, dalla sua giunta e da diversi dipendenti e consiglieri comunali, per un totale di circa 360 tessere. 

Per Emiliano, «il partito non può essere sequestrato da una minoranza. Il partito è aperto. Quindi, se a Bisceglie in questo momento il Pd, grazie al carisma di Renzi, attira nuovi iscritti, i vecchi iscritti devono accettare questo processo». "Perchè io ho invitato tutti i pugliesi a iscriversi. Anzi, lo ribadisco: iscrivetevi al Partito democratico, fatelo tutti, fatelo in massa. Fatelo se siete amici di Renzi, Bersani, Speranza, D’Alema; se siete amici miei e di chiunque». "Iscrivetevi al Pd - ha ribadito Emiliano - lo dico a chi viene da sinistra, che in questo momento vive uno smarrimento simile a quello di coloro che vengono forse da organizzazioni diverse».

«Noi siamo molto attenti soprattutto alla questione morale. Se ci sono iscritti la cui condotta morale non è specchiata, non entreranno nel Pd. Questo è pacifico». «La tessera - ha precisato Emiliano - non l’ha ottenuta ancora nessuno e non è detto che quelle persone che hanno fatto l'iscrizione online verranno tesserate».

«Il Partito democratico, da sempre - ha aggiunto - non è fondato sulla cooptazione com'era una volta il Partito comunista o la Democrazia cristiana. Chiunque si può iscrivere». Ma «esistono "regole precise - ha ricordato Emiliano - che rendono più complicata l’adesione di chi svolge attività amministrativa con il Pd all’opposizione. Quindi lascia queste discussioni all’accordo politico. Lì non ci sono automatismi».

Quanto al fatto che il Pd a Bisceglie sia all’opposizione, per Emiliano «è assolutamente normale: noi abbiamo Sel che è rimasta all’opposizione di alcune nostre amministrazioni del Pd. In sede locale ci sono possibilità e libertà assolute». E poi, ha proseguito, «Ncd è con il governo nazionale» mentre «qui è all’opposizione. Ogni livello di governo ha la sua autonomia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400