Mercoledì 15 Agosto 2018 | 17:18

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Ultras: trovi gente seria

Bari, sindaco convoca tifosi in curva al Della Vittoria: «Decidiamo insieme». Il tentativo del «lodo» per la serie C

Dal 20 luglio revocata l'iscrizione di Fc Bari 1908 in serie B. Poi Decaro dovrà scegliere chi proporre per il titolo. Venerdì appuntamento sugli spalti del vecchio stadio

Figc, il titolo di serie D al sindaco«I primi di agosto dia un nome»L'ipotesi dell'iscrizione in C

Cosa accade adesso? Dopo l'inevitabile fallimento di Fc Bari, per mancata ricapitalizzazione di 3 milioni di euro entro i termini del 16 luglio, e della celebrazione del funerale di 110 anni di storia calcistica nel capoluogo, si aprono una serie di scenari. Ripartenza dalla serie D o tentare un'iscrizione in serie C con un provvdimento straordinario della Figc. In un modo o nell'altro, il pallino è in mano al sindaco.

Gli ultras del Bari hanno annunciato sulla pagina Fb «Mai per moda - Seguaci della Nord» di aver iniziato ad organizzazione una manifestazione «di attaccamento ai nostri colori», con dettagli che saranno comunicati nelle prossime ore. Nella nota dei tifosi si spiega che il direttivo ultras ha incontrato ieri sera il sindaco Decaro che ha prospettato l’interessamento dell’imprenditore Nicola Canonico in vista della ripartenza sportiva. In quella sede i tifosi hanno espresso dissenso per questa opzione, hanno smentito contatti con Canonico (ipotesi poi tramontata). Al sindaco di Bari, inoltre, gli ultras hanno chiesto un impegno affinchè «si percorra la strada più dignitosa possibile, cercando acquirenti onesti e competenti, che non usino il Bari come lavatrice per i loro giochi finanziati al riciclaggio di denaro sporco».

Il primo cittadino, intanto, scrivendo un posto sulla sua pagina Fb, ha convocato i tifosi per venerdì 20 luglio, alle 17.30, nella curva nord dello Stadio della Vittoria per ascoltare «le loro voci» in vista del fatto che, «tra pochi giorni, per la prima volta nella storia di questa città, il titolo sportivo del Bari calcio, secondo le regole federali, passerà nelle mani del sindaco. È per me - ha detto - una responsabilità enorme. Il Bari non è solo una squadra di calcio. È un elemento di coesione della nostra comunità, è un’importante leva economica, è un’occasione straordinaria di svago per decine di migliaia di baresi, sparsi in tutto il mondo. È insomma un patrimonio inestimabile». «Ho il dovere - continua il sindaco - di prendermi questa grande responsabilità e lo farò con tutto il mio impegno, garantendo fin d’ora che il futuro della squadra sarà costruito su tre pilastri fondamentali: la trasparenza, l'affidabilità e il rispetto per la storia ultracentenaria dei nostri colori». «Ma non voglio fare tutto da solo. Per questo, - dice ancora Decaro - ho deciso di incontrare tutti i tifosi biancorossi, semplici appassionati e gruppi organizzati, per ascoltare le loro voci», convocandoli «in un luogo simbolico" quale è la curva nord dello storico stadio barese. "Il nuovo Bari parte da qui, da tutti noi» conclude nel post. 

GLI SCENARI

Intanto, per rispondere alle domande che in tanti si pongono in città, ecco cosa è previsto dalle procedure. 

LA REVOCA DELL'AFFILIAZIONE - La data del 20 luglio è quella in cui il commissario straordinario della Figc, preso atto della mancato ricorso alla Covisoc contro la mancata iscrizione al campionato, dispone la revoca dell'affiliazione del club biancorosso Fc Bari 1908 dalla squadre di serie B.

LA LETTERA AL SINDACO - La segreteria federale della Figc, con una lettera inviata dopo qualche giorno, mette a disposizione del sindaco di Bari, Antonio Decaro, un titolo di serie D per garantire la continuità del calcio a Bari. Tale provvedimento è motivato dall'importanza della piazza del capoluogo pugliese e dalla storia del calcio per la città. Quindi, il primo cittadino viene invitato a indicare un soggetto di comprovata garanzia, cui assgenare il titolo.

PRIMA SETTIMANA DI AGOSTO - Il sindaco ha una decina di giorni a disposizione per individuare e proporre, anche attraverso una procedura ad evidenza pubblica (come accaduto a Cesena dove c'erano diversi interessati), il soggetto cui affidare il titolo. Tale società deve risultare già iscritta e affiliata alla Figc (pagando una fidieiussione di 35mila euro e una tassa di iscrizione di 16.500 euro).

L'ASSEGNAZIONE DEL TITOLO - Il commissario della Figc, preso atto della proposta del sindaco, assegna il titolo e la squadra può iniziare il campionato il 2 settembre (il 19 agosto inizia la Coppa Italia). Nel frattempo bisogna mettere in piedi una squadra, scegliere l'allenatore e predisporre quanto necessario per affrontare il campionato.

IL LODO BARI PER LA SERIE C - E' difficile ma non impossibile. In questo caso la procedura prevederebbe una richiesta ufficiale del sindaco, indirizzata al commissario, affinchè prenda in considerazione tale ipotesi. Tuttavia, ove mai il commissario la valutasse percorribile, serve la dimostrazione della comprovata solidità finanziaria del club che si propone. Per la serie C serve una fideiussione di 350mila euro e l'iscrizione è di 100mila euro. Per farla breve, se si volesse fare un campionato per vincere e risalire in B, servirebbero non meno di 6-7 milioni di euro.

IL TITOLO DEL BISCEGLIE A BARI: CANONICO SI RITIRA

L'altra ipotesi di cui si era discusso in queste ore era il trasferimento a Bari del titolo di serie C del Bisceglie, presieduto da Nicola Canonico. Tale proposta è stata letta non positivamente dalla tifoseria, soprattutto barese, che ha visto in questo atto una sorta di violazione della tradizione biancorossa oltre al rischio di essere considerati usurpatori di un titolo altrui. Canonico aveva cambiato sede sociale, costituito la As Bari 2018 e modificato in biancorossi i colori sociali del Bisceglie. Ma dopo aver ritrovato uno striscione sotto casa «La nostra dignità non si baratta - Canonico non ti vogliamo», l'imprenditore ha cambiato idea. «Ad un gesto di generosità e amore per la propria squadra e città - scrive Canonico sulla sua pagina Facebook - si risponde con una incomprensibile provocazione sotto casa . Prendo atto e ritiro la disponibilità offerta , augurandomi che il titolo per la serie D finisca nelle mani di chi conosce e ama il calcio e non gli affari di altra natura».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Nicolatifalecce

    19 Luglio 2018 - 17:05

    Di grazia, per quale motivo ripartire dalla C? E il Cesena? E le squadre retrocesse gli anni passati?

    Rispondi

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Molfetta, fiamme in autodemolizione: distrutte alcune auto

Molfetta, fiamme in autodemolizione: distrutte alcune auto

 
Matera, 15 agosto con capricci?In tanto vanno nel «Palombaro»

Matera, 15 agosto con capricci? In tanti vanno nel «Palombaro»

 
La politica puglia ha mal di social: pochi post per Pd e Fi, boom del video di Salvini

La politica pugliese ha mal di social: pochi post per Pd e Fi, boom del video di Salvini

 
Bari, partono per la Greciai primi truffati del jet rumeno

Bari, partono per la Grecia
i primi truffati del jet rumeno

 
Onorevole, dove vai a Ferragosto?I nostri parlamentari in vacanza

Onorevole, dove vai a Ferragosto? I nostri parlamentari in vacanza

 
Calendari B, Foggia di notteE il Lecce va a Benevento

Calendari B, Foggia di notte
E il Lecce va a Benevento

 
Foggia da lavori in corsoNeamber al rush finale

Foggia da lavori in corso
Neamber al rush finale

 
Lecce cerca i tasselli giustiBovo certezza per la difesa

Lecce cerca i tasselli giusti
Bovo certezza per la difesa

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS