Domenica 22 Luglio 2018 | 05:19

Ostuni

Battiti Live, prima tappa dal backstage: Ermal stupisce i fan, delirio per Irama

Il resoconto della serata e il racconto dietro le quinte dello show. Emma, Meta/Moro, Takagi&Ketra e il vincitore di Amici Irama i più applauditi

Battiti Live, prima tappa dal backstageErmal stupisce i fan, delirio per Irama

Luna immagina della piazza di Ostuni

OSTUNI (Brindisi) - L’energia di Irama, l’inno alla libertà di Fabrizio Moro ed Ermal Meta, la carica di Emma: questo e molto altro ha regalato la prima tappa del Radionorba Battiti Live, a Ostuni. Lo spettacolo musicale, per la prima volta nella città bianca, e che riempirà le piazze di Puglia e Basilicata per tutte le domeniche di luglio, è stato come sempre condotto dal direttore artistico Alan Palmieri e da Elisabetta Gregoraci. Prova superata anche per la new entry Maria Sole Pollio, giovanissima webstar e idolo degli adolescenti, che ha fatto interagire gli artisti con il pubblico della piazza, e come ha puntualizzato Alan "ha talmente tanti follower che la timidezza non è un suo problema".

Dal punto di vista logistico e della sicurezza non ci sono stati particolari disagi: la centralissima Piazza della Libertà era strapiena (poco prima dell’inizio dello spettacolo, la polizia ha dovuto bloccare gli ingressi per il raggiungimento della capienza massima, regolando le ulteriori entrate in base alle uscite). Tuttavia Ostuni ha dimostrato di essersi ben organizzata per l’evento, fornendo un servizio di navette che dai parcheggi all’ingresso del paese portavano nel cuore del centro storico.

Lo show è cominciato alle 21.20 con una delle artiste più attese, la salentina doc Emma Marrone, che ha incantato la piazza con le nuove hit “Effetto Domino”, “Mi parli piano” e l’ormai storica “Il Paradiso non esiste”. Ermal Meta (uno dei pochi a concedere foto e autografi ai fan nel backstage, sfatando così il mito che lo celebra come “antipatico”) si è esibito sulle note del suo ultimo singolo, “Dall’alba al tramonto”, di “Vietato morire”, terza classificata a Sanremo 2017, e insieme a Fabrizio Moro ha cantato “Non mi avete fatto niente”, con cui ha trionfato all’ultima edizione del Festival. Moro è poi tornato sul palco da solo con “Pensa” e “Portami via”, e insieme al giovane Ultimo con “L’eternità”. Anche lui nel backstage si è concesso due chiacchiere con i fan, a cui ha dedicato autografi con il messaggio “W la libertà”.

Le pause televisive sono state come sempre ‘riempite’ dai dj set di Gabry Ponte, e l’influsso internazionale è stato portato sul palco grazie a Betta Lemme e alla sua “Bambola”, cantata in italiano, inglese e francese. La serata è proseguita con il duo dei record, i produttori Takagi&Ketra, i loro successi dello scorso anno, “L’esercito del selfie”, “Da sola - In the night”, e la nuovissima “Amore e Capoeira”, insieme a Giusy Ferreri. Quest’ultima ha poi festeggiato i dieci anni dal suo primo Battiti Live, riproponendo il singolo che l’ha fatta conoscere al grande pubblico dopo X Factor, “Non ti scordar mai di me”. Elodie, Michele Bravi e Guè Pequeno hanno regalato alla piazza il tormentone “Nero Bali”, e la giovane, che è arrivata seconda ad Amici 15, e con il suo abito lungo e fasciante era indubbiamente la più bella della serata, ha dichiarato la soddisfazione per questa collaborazione estiva. Il rapper (Guè Pequeno), membro dei Club Dogo, si è poi esibito sulle note di “Lungomare Latino” e di “Milionario”. Elodie e Michele Bravi sono poi tornati sul palco con i successi di Sanremo 2017, rispettivamente “Tutta colpa mia” e “Il Diario degli Errori”.

Tantissime emozioni le ha regalate Ultimo, che solo con piano e voce è tornato sul palco per riproporre il pezzo con cui ha vinto l’ultima edizione di Sanremo (categoria Giovani), “Il ballo delle incertezze”, e “Poesia senza veli”. Il vero delirio, sia nel backstage, sia in piazza, è arrivato però a fine serata, per l’esibizione del vincitore di Amici 2017/2018, Irama. Fresco di disco di platino, con la sua “Nera” ha fatto ballare grandi e piccoli, letteralmente in estasi al termine della performance. La serata si è chiusa poi sulle note della consolle di Gabry Ponte, che ha fatto ballare la piazza, in un tripudio di coriandoli, luci e colori. L’appuntamento è per domenica prossima, 8 luglio, in piazza Sant’Oronzo a Lecce, dove Battiti manca dal 2016.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari calcio, Decaro alla festa dei tifosi a Pane e Pomodoro: 7 giorni per fare tutto Il video

 
Banca popolare di Bari presa di mira: svaligiato bancomat con esplosivo

Banca popolare di Bari presa di mira: svaligiato bancomat con esplosivo

 
Bari, terrorista iracheno torna libero e chiede asilo

Bari, terrorista iracheno torna libero e chiede asilo

 
Ristorazione, l'azienda Ladisaconferma trend crescita: +24%

Ristorazione, l'azienda Ladisa conferma trend crescita: +24%

 
Andria, mutilato il CrocifissoL'ira del vescovo: fatto grave

Andria, mutilato il Crocifisso
L'ira del vescovo: fatto grave

 
Gara Ilva, bufera su Di Maio«Annullamento è una follia»Cantone (Anac) frena sul parere

Gara Ilva, bufera su Di Maio. Cantone (Anac) frena. Ministro: «Verifichiamo»

 
Nozze pugliesi per la show girl Justine Mattera. Pace fatta Nazzaro-Volpe

Nozze pugliesi per la show girl Justine Mattera. Pace fatta Nazzaro-Volpe

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS