Cerca

Inchiesta

Bimbi usati per nascondere
droga: 14 arresti nel Brindisino

Bimbi usati per nasconderedroga: 14 arresti nel Brindisino

BRINDISI - «Papà prendi i soldi e poi comprami gli occhiali": è una bimba di 5 anni a chiedere al genitore, poi arrestato per spaccio, l’acquisto di un paio di occhiali con il denaro proveniente dalla vendita della droga, 'operazionè di cui la piccola è consapevole. Alla bambina, secondo quanto emerge dalle indagini condotte dai carabinieri e coordinate dal pm Milto Stefano De Nozza anche con intercettazioni, veniva richiesto dai genitori di nascondere la sostanza: «Tienila qui - dice il padre - mi raccomando se ci fermano i carabinieri fai finta di niente». Oltre alla piccola, veniva utilizzato anche un bimbo di 2 anni.


La conversazione viene intercettata dagli investigatori nell’ambito dell’inchiesta che ha portato stamattina all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 14 persone, 7 in carcere e 7 ai domiciliari, 13 delle quali sono state eseguite. 

 L’inchiesta, condotta da febbraio 2013 a giugno 2015, anche con l’ausilio di intercettazioni ambientali e telefoniche e servizi di osservazione e pedinamento, ha consentito di documentare il traffico e la detenzione di ingenti quantitativi di cocaina, hascisc e marijuana, acquistate prevalentemente nella provincia di Bari e destinate allo spaccio nei comuni brindisini di Villa Castelli, Oria, Ostuni e Ceglie Messapica, oltre che a Grottaglie (Taranto).


Sono 21 gli episodi accertati. In diversi casi sono stati eseguiti sequestri di stupefacente fino a 10 chili. Gli indagati dovranno ora rispondere di concorso in traffico e detenzione illeciti di quantità ingenti di sostanze stupefacenti, in taluni casi con l’aggravante di essersi avvalsi di minori per compiere i reati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400