Cerca

l'incidente a trepuzzi

Travolge e uccide ciclista
nega ma chiede scusa

incidente trepuzzi

LECCE - Ha negato tutto ed ha chiesto scusa alla famiglia della vittima Andrea Taurino, il pregiudicato 33enne di Trepuzzi, arrestato venerdì sera con l’accusa di omicidio volontario per aver deliberatamente investito due ciclisti sulla strada provinciale Casalabate-Squinzano, uccidendone uno e ferendo il secondo per poi fuggire senza prestare soccorso. L’uomo è stato ascoltato oggi a Lecce dal gip nell’ambito dell’interrogatorio di garanzia per la convalida dell’arresto: cosa che è avvenuta lasciandolo dietro le sbarre.

Il giovane ha detto di non avere intenzionalmente investito i ciclisti. Versione che contrasta con quella dei testimoni secondo cui l'automobilista avrebbe volutamente investito i due dopo un alterco per un sorpasso. Taurino avrebbe anche ammesso di fare ogni giorno uso di eroina, così come era avvenuto anche la mattina dell’incidente. Nel chiedere scusa alla famiglia della vittima, Franco Amati, si è detto consapevole che «questo non servirà a colmare il dolore dei familiari». 

Tuttavia il gip di Lecce Cinzia Vergine ha convalidato l’arresto, con un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, così come richiesto dal sostituto procuratore Giovanni Gagliotta. Le accuse sono di omicidio volontario e tentato omicidio.  In mattinata si è svolta anche l’autopsia di Franco Amati, il ciclista 64 enne ucciso. Dall’esame eseguito dal medico legale Alberto Tortorella, è emerso che l’uomo è morto sul colpo per i numerosi traumi subiti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400