Lunedì 16 Luglio 2018 | 01:22

Il crac delle Ferrovie

«Saccheggio» Sud Est, chiuse indagini per 28: ecco come polverizzarono 230 milioni

Verso il processo l'ex amministratore Fiorillo, imprenditori e consulenti società. A febbraio i sequestri per 90 milioni. E chi doveva vigilare...

 Sud-Est, nei guai l'uomo delle consulenze a Fiorillo

La Procura di Bari ha chiuso le indagini sul crac da 230 milioni di euro di Ferrovie Sud Est (FSE) nei confronti di 28 persone, fra le quali Luigi Fiorillo, ex commissario governativo, legale rappresentante e amministratore unico della società pugliese. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta documentale, societaria e patrimoniale, di dissipazione e distrazione di fondi. I fatti contestati si riferiscono agli anni 2001-2015, fino a quando la società è stata commissariata. Circa un anno fa, FSE è stata acquistata da Ferrovie dello Stato e nelle scorse settimane i creditori hanno votato a favore del concordato preventivo salvando l’azienda dal fallimento (l'udienza di omologazione è fissata per il prossimo 6 giugno).

Nell’ambito di questa inchiesta il primo febbraio scorso furono eseguiti dalla Guardia di Finanza sequestri per circa 90 milioni di euro e 11 indagati furono arrestati. Cinque di loro sono ancora detenuti agli arresti domiciliari e per altri tre è stata disposta la misura interdittiva.

L’avviso di conclusione delle indagini, che solitamente precede la richiesta di rinvio a giudizio, è a carico dell’ex amministratore Luigi Fiorillo, di Angelo Schiano, amministratore occulto e avvocato della società, di Fausto Vittucci, revisore e certificatore dei bilanci Fse e di altre 25 persone tra imprenditori, ex dirigenti, consulenti e progettisti di FSE.

Stando alle indagini della magistratura barese - coordinata dai pm Francesco Bretone, Bruna Manganelli, Luciana Silvestris e dall’aggiunto Roberto Rossi - Fiorillo, in concorso con consulenti e funzionari della società e imprenditori, avrebbe dissipato o distratto fondi per centinaia di milioni di euro nell’arco di circa 10 anni falsificando bilanci e esternalizzando servizi senza fare gare d’appalto. Il giro d’affari stimato dai consulenti dei pm (l'ammontare dei fondi pubblici confluiti nelle casse di FSE) si aggira intorno ai 2 miliardi di euro fino al commissariamento del dicembre 2015, più del 10 per cento dei quali dissipati e ritenuti dagli inquirenti causa del crac. In particolare, Fiorillo avrebbe intascato circa 5 milioni di euro quali compensi per attività di supporto, senza averne le competenze, in 39 appalti di lavori pubblici su tutto il territorio regionale, addebitandoli come spese per il personale e più di 7 milioni sottoscrivendo co.co.co. per attività mai svolte.

Tra i fondi dissipati ci sono - secondo l'accusa - circa 27 milioni di euro dati all’avvocato Schiano per attività di assistenza e consulenza legale. Altri 53 milioni di euro sarebbe stati indebitamente erogati per la gestione di servizi informatici. Ci sono ancora, solo per fare alcuni esempi, i 2 milioni di euro usati per la gestione dell’archivio storico e spese di carburante per 14 milioni di euro (40 per cento oltre il prezzo di mercato).

Proseguono le indagini della Procura su un altro filone relativo al crac di FSE, quello che coinvolge alcuni funzionari di Bnl, istituto di credito di riferimento della società, fra i quali Giuseppe Maria Pignataro, Responsabile Mercato Pubblica Amministrazione Direzione Centrale di Bnl di Roma, sottoposto nelle scorse settimane a interdizione. A loro i magistrati baresi contestano i reati di bancarotta fraudolenta impropria, per effetto di operazioni dolose, ai danni della società FSE e bancarotta fraudolenta preferenziale in favore di Bnl. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Ilva, incendio nel laminatoioa freddo: nessun ferito

Ilva, incendio nel laminatoio
a freddo: nessun ferito

 
Trinitapoli, punto da uno sciame d'api: 45enne morto per shock anafilattico

Trinitapoli, punto da sciame d'api: 45enne morto per shock anafilattico

 
Guasto a traghetto in Grecia, passeggeri bloccati a Brindisi

Guasto a traghetto in Grecia, passeggeri bloccati a Brindisi. «Senza autorizzazioni»

 
Surbo, scontro all'incrocio: due morti e quattro feriti

Surbo, scontro all'incrocio: 2 morti. Feriti anche 2 bambini di 8 e 10 anni

 
Foggia, una saracinesca di A: arriva Bizzarri dall’Udinese

Foggia, una saracinesca di A: arriva Bizzarri dall’Udinese

 
Da Tom Walker a Ermal Meta: la gran festa di «Battiti» stasera sbarca ad Andria

Da Tom Walker a Ermal Meta: la gran festa di «Battiti» sbarca ad Andria

 
La Camerata Musicale Barese fa centro con Gino Paoli e Rocca

La Camerata Musicale Barese fa centro con Gino Paoli e Rocca

 

GDM.TV

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 
Auto contro scooter sulla ss100: morto un 62enne

Auto contro scooter sulla ss100: morto un 62enne

 
Negramaro a Lecce, il concertoallo stadio davanti ai 30mila

Negramaro a Lecce, il concerto allo stadio davanti ai 30mila

 
Lunghe assenze dall'ospedale, sospeso direttore medico a Campi Salentina

Campi, medico assenteista lasciava l'ospedale per andare nel suo hotel Vd

 
Si assentavano dal lavoro, sospesi 9 dipendenti del comune di Lecce

Tornano i furbetti del cartellino: beccati e sospesi 9 dipendenti del comune di Lecce

 
Bagarre in aula sul dl Palagiustizia tutti contro Bonafede: parte il coro «onestà»

Bagarre in aula sul dl Palagiustizia, parte il coro «onestà»

 

PHOTONEWS