Venerdì 20 Luglio 2018 | 08:43

GAZZETTA MUSIC CONTEST 2018

Heidi for president

Whom

Heidi For President è un progetto intimo e personale, contraddistinto da un carattere forte; tali caratteristiche lo rendono musicalmente distante dalla realtà presente sul nostro territorio. Gli HEIDI traggono ispirazione dalle sonorità nordiche, dal folk e dalla natura, fulcro compositivo della band.L’utilizzo della lingua inglese non è una forzatura, bensì una scelta stilistica.
“Siamo sempre alla ricerca di parole in fusione con la musica; suoni gutturali, striduli e nel contempo dolci, fino al sentimento del “suono comune”, ossia l’ascolto emotivo e senza sovrastrutture oggettive di significato. Per noi la musica deve emozionare, deve prendere con sé ogni singolo ascoltatore e traghettarlo all’interno di un lungo viaggio.
Cerchiamo fortemente di contaminarci reciprocamente, fin dentro l'anima, usando ricerche musicali, di suoni, di ascolto, di generi e band soprattutto nuovissime percheé crediamo nel potere della novità. Ed è per questo che è possibile notare influenze che vanno dagli Arcade Fire, Sigur Ròs, Devendra Banhart, Antony and the Johnson, Cloud Control, Let's Buy Happiness, Vampire Weekend, Mogwai, Fleet Foxes, The XX, Local Natives, Alt-j, Mumford and Sons…

BIOGRAFIA
Scegliete l'innocenza dei giovani, la fermezza dell'animo tedesco, la competenza di chi ha vissuto laggiù in città, la solidarietà nei confronti dei diversamente abili (Clara) e degli anziani (nonno + nonna di Petar), l'esperienza nel campo agroalimentare compresa la conoscenza delle tecniche di emungimento caprino. Scegliete l'unica tedesca dal cuore d'oro, abituata alla dura vita di montagna, nata dalle sagge mani nipponiche del maestro Miyazaki, vicina alle esigenze delle classi più deboli e dei pastorelli... Alle prossime elezioni VOTATE HEIDI!!!
All'insegna dell'indie corale, un pò brit per certi aspetti freschi, fa da padrona l'anima folk di sonagli, urletti e chitarre rumorose. Si gorgheggia giocando con la voce come fosse un destino parallelo, e ci si aspetta sempre un prato sonoro per scambiarsi pezzi d serenità inframezzandoci con sussulti di un post-rock anche veloce e spinoso. Sulla scia di sonorità islandesi tra Sigur ròs e Of Monsters and Men, e di melodie brit tra XX e Arcade Fire (magari!), nasce un indie folk di deriva post rock dove i silenzi nordici sono inondati dalla luce del sud.

Gli Heidi for President sono:
danilo vona // voce violino
annarella flemma // voce basso
Sergio leo // chitarra
Alice Diviggiano // violino

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS