Giovedì 16 Agosto 2018 | 10:48

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

La tragedia nel 1989

San Severo ricorda vittime
deragliamento del treno

Il convoglio proveniente da Bari entrò in stazione distruggendo l'intera parte sud: morirono 8 persone

Stazione distrutta dal treno Il giorno per non dimenticare

Anche quest’anno l’amministrazione comunale di San Severo ricorda le otto vittime del deragliamento del treno alla stazione ferroviaria della città che avvenne il 3 aprile 1989 alle ore 16.12. Ventinove anni fa il treno 12472 proveniente da Bari causò un terribile incidente, entrando nella stazione sanseverese a forte velocità. Il deragliamento fu inevitabile: il treno distrusse l’intera parte sud dello storico fabbricato della stazione, mettendo fine alla sua corsa solo in prossimità del piazzale antistante lo scalo ferroviario.

Nella mattinata del prossimo 3 aprile dunque,il sindaco Francesco Miglio e l’intera Amministrazione Comunale ricorderanno quel tragico giorno, con un momento di riflessione e di preghiera, incontrando le autorità civili e militari e la cittadinanza nel piazzale della stazione ferroviaria. Alla cerimonia sono stati invitati anche i famigliari delle persone scomparse. Il momento di preghiera è stato affidato a Don Carlo Gravino, Parroco della Chiesa di Cristo Re.

«Anche quest’anno - precisa il Sindaco Miglio - la commemorazione sarà utile per ribadire il forte sentimento di affetto e partecipazione di tutta la popolazione sanseverese, che ancora oggi ricorda, dopo quasi 30 anni, le vittime di quel triste pomeriggio: è doveroso anche ricordare il grande senso di generosità dei sanseveresi che parteciparono alle successive operazioni tra le macerie per il recupero dei corpi e prestare soccorso ai feriti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Scontro nel Foggiano, muoionodue giovani di Torremaggiore

Scontro nel Foggiano, muoiono tre giovani di Torremaggiore Foto

 
San Marco in Lamis, trovatomorto accanto al trattore:incidente o omicidio?

S. Marco in Lamis, trovato morto con ferite alla testa: incidente o omicidio?

 
Scandalo Sanitarservice, Di Biasesi difende: compensi e spese regolari

Scandalo Sanitaservice, Di Biase si difende: compensi e spese regolari

 
Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

 
Trans sequestrato e pestato da cliente

Trans sequestrato e pestato da cliente

 
Tragedia sfiorata in autostrada: due anziani in viaggio contromano, salvati dalla stradale

Tragedia sfiorata in A14: due anziani in viaggio contromano, salvati dalla Polstrada

 
Sanitaservice Foggia, superstipendi e spese pazze per mezzo milione:sequestrati beni all'amministratore

Sanitaservice Foggia, superstipendi e sprechi: sequestro beni ex amministratore

 
Strage braccianti: al via le indagini per caporalato a Foggia e Larino

Strage braccianti nel Foggiano: indagati tre imprenditori agricoli

 

GDM.TV

Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

 
Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 

PHOTONEWS