Giovedì 16 Agosto 2018 | 00:35

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

La decisione

Scandalo Foggia calcio, Milano
«passa» l'inchiesta in Puglia

Saranno i giudici del Riesame di Bari a pronunciarsi sull'istanza di scarcerazione del patron Sannella: accolta l'istanza di incompetenza territoriale

Scandalo Foggia calcio, Milano «passa» l'inchiesta in Puglia

Passa la linea della difesa. Devono essere i giudici foggiani a pronunciarsi sull’istanza di scarcerazione di Fedele Sannella, patron del Foggia calcio in cella nel carcere milanese di San Vittore dal 24 gennaio scorso con l’accusa di concorso in riciclaggio di soldi «sporchi» nella società calcistica, in quanto è nel capoluogo dauno che è avvenuto il reato contestato dalla Direzione distrettuale antimafia di Milano. È quanto hanno deciso i tre giudici del Tribunale della libertà di Milano, accogliendo l’eccezione di incompetenza territoriale avanzata dagli avvocati Gianluca Bocchino e Adriano Raffaelli, che chiedevano la scarcerazione e/o la concessione dei domiciliari a Sannella, 58 anni, noto imprenditore foggiano nel settore alimentare e delle infrastrutture oltre che azionista di maggioranza del Foggia calcio.

Nell’accogliere l’eccezione di incompetenza territoriale avanzata dai difensori, e preliminare alla richiesta di scarcerazione, il «Tdl» milanese si è spogliato del caso, ha detto che non spetta a lui entrare nel merito della vicenda (e quindi scarcerare o meno l’indagato), e ha trasmesso con urgenza gli atti al Tribunale di Foggia perché si pronunci. Il che significa che Sannella resta rinchiuso in carcere, in attesa che, nei prossimi giorni, un gip del Tribunale di Foggia oppure il Tribunale della libertà di Bari (i difensori decideranno nelle prossime ore a chi depositare la richiesta) esamini l’istanza difensiva di scarcerazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Scontro nel Foggiano, muoionodue giovani di Torremaggiore

Scontro nel Foggiano, muoiono due giovani di Torremaggiore Foto

 
San Marco in Lamis, trovatomorto accanto al trattore:incidente o omicidio?

San Marco in Lamis, trovato
morto accanto al trattore:
incidente o omicidio?

 
Scandalo Sanitarservice, Di Biasesi difende: compensi e spese regolari

Scandalo Sanitaservice, Di Biase si difende: compensi e spese regolari

 
Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

 
Trans sequestrato e pestato da cliente

Trans sequestrato e pestato da cliente

 
Tragedia sfiorata in autostrada: due anziani in viaggio contromano, salvati dalla stradale

Tragedia sfiorata in A14: due anziani in viaggio contromano, salvati dalla Polstrada

 
Sanitaservice Foggia, superstipendi e spese pazze per mezzo milione:sequestrati beni all'amministratore

Sanitaservice Foggia, superstipendi e sprechi: sequestro beni ex amministratore

 
Strage braccianti: al via le indagini per caporalato a Foggia e Larino

Strage braccianti nel Foggiano: indagati tre imprenditori agricoli

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS