Cerca

Mercoledì 17 Gennaio 2018 | 23:00

Presi a Trinitapoli

Un «sottopancia» per ripulire
i negozi: in cella banda romeni

In cella tra maggiorenni (tra cui una ragazza) e un minorenne in trasferta da Bari: usavano un buco nell'abbigliamento per riempirlo di alimenti.

Un «sottopancia» per ripulirei negozi: in cella banda romeni

Una banda di giovanissimi ladri romeni (tra cui una ragazza e un minorenne) sono stati bloccati e arrestati per rapina dai Carabinieri. Domiciliati a Bari avevano pensato bene di fare colpi nei negozi della Capitanata ricavando un «buco» nell'abbigliamento all'altezza della pancia consentendo così di arraffare quanta più merce possibile.

A Trinitapoli, però, il trucco è stato scoperto da una delle cassiere del negozio di alimentati che stavano derubando. Mentre i due ragazzi maggiorenni sono riusciti a dileguarsi a bordo di un'autovettura dopo aver aggredito e minacciato duramente la commessa, il minorenne è stato bloccato da alcuni clienti del market fino all’arrivo dei Carabinieri.

Gli altri due giovani, convinti di averla fatta franca, non si sono però accorti che un Carabiniere della stazione di Margherita di Savoia, che aveva notato il loro atteggiamento sospetto, li aveva seguiti, fino ad arrivare a Bisceglie, dove una pattuglia della locale Tenenza, su sua indicazione, li ha bloccati e ammanettati. T

Tutta la merce, del valore di oltre 500 euro, e consistente in numerose bottiglie di superalcolici, svariate confezioni di tonno e di formaggi, etc., è stata riconsegnata al negozio, mentre i tre maggiorenni, che dovranno tutti rispondere di rapina impropria in concorso, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Trani, mentre il minore è stato accompagnato presso il centro di prima accoglienza di Bari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione