Cerca

Martedì 16 Gennaio 2018 | 19:59

L'inchiesta

Foggia, esame commercialisti
truccati: in cinque a processo

I fatti di di due anni fa. Gup proscioglie un imputato,prima udienza processo il 18 gennaio

Foggia, esame commercialistitruccati: in cinque a processo

Accogliendo la richiesta del Pm della Procura di Foggia, Anna Landi, il Gup Domenico Zeno ha rinviato a giudizio 5 dei 6 imputati nell’inchiesta, denominata 'Tutto a postò, sugli esami di dottore commercialista che si svolsero tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016. Le indagini furono eseguite dal Nucleo polizia tributaria della Guardia di finanza di Bari e culminarono, il 4 gennaio 2016, nella misura interdittiva di sospensione dal ruolo di giudice tributario di Michele Cristino, magistrato foggiano in pensione.
L’accusa ipotizzava che un paio di candidati fossero stati favoriti, aiutati perché Cristino, uno dei membri della commissione d’esame, avrebbe anticipato le domande da fare, attraverso un intermediario.

I rinviati a giudizio sono: Michele Cristino, Claudia de Pascale (una delle candidate favorite), il padre Silvio quale intermediario e due scultori che avrebbero scritto alcune delle tracce, Costanza Piccirilli e Anna Laura de Biase. Le accuse ipotizzate a vario titolo sono abuso in atti d’ufficio, rivelazioni di notizia d’ufficio e violazione della legge di plagio in tema di esami. Il Gup ha prosciolto invece Alberto Pedone. Il processo inizierà il 18 gennaio del 2018. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione