Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 04:29

la scuol@ in tasca

Rivoluzione digitale
in 3 istituti scolastici

nasce il magazine on line Il «Pascoli-Santa Chiara-Altamura» in una App

Rivoluzione digitalein 3 istituti scolastici

di Lorita Bruno

Per conoscere progetti, iniziative o semplicemente seguire la vita scolastica degli studenti del comprensivo Pascoli-Santa Chiara- Altamura di Foggia, basta un click e “sfogli” il magazine della scuola. Una vera rivoluzione nell’ambito della comunicazione digitale che vede pioniera la scuola situata nel cuore del centro storico. L’altra mattina, presso la sala Fedora del teatro Giordano, presentato il progetto denominato “La scuola in tasc@”. Una app che rappresenta una novità assoluta su scala regionale e che è perfettamente in linea con l’attuale modo di vivere la comunicazione. «Il mondo della scuola è cambiato, non si può lavorare in solitudine - ha ricordato la dirigente scolastica del comprensivo, Mariolina Goduto -. Se si vuole crescere bisogna lavorare in rete. Il nostro è un progetto nato grazie alla collaborazione di tutta la comunità scolastica; ci siamo sempre occupati di comunicazione, infatti abbiamo effettuato pubblicazioni a stampa, ma ci siamo accorti che il cartaceo oggi rappresenta una forma di comunicazione che non coinvolge tutti. Oggi è necessaria una comunicazione più snella e veloce, su queste basi abbiamo costruito il nostro progetto pedagogico “scuola in tasc@”. Tramite l’app è possibile condividere progetti, esperienze, documentazioni. La scuola si trasforma in un laboratorio del pensiero e della creatività».

Con l’App, scaricabile gratuitamente sullo smartphone è possibile “sfogliare” il magazine. A spiegare il nuovo contenitore digitale, Enzo Dota, Project Manager della App “Magazine”. «La scuola - ha detto Dota - diventa un mondo a portata di mano e soprattutto collocato nel presente, dove è possibile per le famiglie degli studenti essere aggiornati su tutto ciò che mette in campo il comprensivo, ma anche conoscere iniziate ed opportunità. Il progetto utilizza nuovi percorsi di documentazione, usando linguaggi e strategie virtuali e virali, con la finalità di coinvolgere i genitori e i cittadini in un processo di reale comprensione del progetto educativo che la scuola ha costruito per i bambini e per i ragazzi». Nel magazine sono presenti anche dei video di circa 3 minuti, come ha spiegato Giovanni Rinaldi, Art director de “I corti del Moca” (Museo all’interno del chiostro S. Chiara) e Graphic design “Sito istituzionale: «Ci siamo occupati del video sul museo Moca ed in una manciata di minuti abbiamo spiegato finalità del museo ma anche cristallizzato immagini». Presente anche Paolo Grenzi Art director Moca che ha messo in luce come è possibile vivere in modo diverso il museo. Alla conferenza erano presenti anche l’assessore alla Pubblica istruzione Claudia Lioia e la dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Antonella Tarantino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione