Domenica 22 Luglio 2018 | 03:03

Foggia

Lavoro sui treni, c'è posto
per 17 aspiranti capotreno

Corso di formazione di Confindustria, il mercato richiede anche 300 macchinisti

Lavoro sui treni,  c'è posto per 17 aspiranti capotreno

di Massimo Levantaci

FOGGIA - A Foggia si formano capotreno e tecnici per la formazione dei treni anche privatamente. L’agenzia di formazione professionale For.Fer ha dato inizio in Confindustria a un corso di 280 ore (foto) riconosciuto dall’Agenzia nazionale sicurezza ferroviaria, per un totale di quaranta giornate, che abiliterà alla professione i 17 giovani selezionati (su quaranta partecipanti al bando) attraverso una prova on-line e di «assessment di gruppo». I giovani scelti hanno conseguito il diploma di scuola media superiore con un voto non inferiore a 43/60 o 72/100, o sono in possesso di laurea triennale; conoscono almeno una lingua straniera; hanno già versato 5mila euro per partecipare alle lezioni «obbligatorie» che si tengono alla Seri, l’agenzia di formazione confindustriale in Capitanata.

A sentire gli addetti ai lavori è uno dei primi corsi di formazione non gestiti direttamente da Trenitalia inaugurati a Foggia che, lo ricordiamo, è sede per l’ex monopolista ferroviario della scuola di formazione per macchinisti e capotreno, quell’”Impianto equipaggi” a rischio chiusura (ne riferiamo a parte). Dunque una semplice coincidenza questo corso di formazione oppure il privato, fiutata l’aria, sta già pensando di colmare un vuoto? «Ho incontrato la scorsa settimana il direttore operativo Merci Italia Rail - così ha risposto alla Gazzetta l’ingegner Stefano Impastato, responsabile tecnico di For.Fer - mi ha fatto presente la necessità che imprese così grandi qual è Trenitalia possano trovarsi scoperte sulla formazione di base. Noi ci siamo. Oltretutto le previsioni dicono che il mercato richiederà non meno di 300 macchinisti da formare e abilitare sui treni. Il chè vuol dire che aumenterà il traffico e se aumentano i treni ci sarà bisogno di metterci sopra anche capitreno e tutto il personale che serve per far viaggiare i convogli. Un mercato dal nostro punto di vista in crescita».

Impastato definisce «casuale» la collaborazione con Confindustria, in virtù della collaborazione con For.Fer di Ferrovie del Gargano e di Ferrotranviaria, ovvero due tra le principali aziende ferroviarie a gestione privata in Puglia. «I progetti per l’industria 4.0, la competitività delle imprese e più in generale le politiche industriali non possono prescindere da azioni formative mirate e qualificate in grado di interpretare e contemperare, anche attraverso l’azione della nostra associazione Seri, le esigenze delle imprese con quelle di risorse umane impegnate ad accrescere il proprio bagaglio di conoscenze e competenze», commenta in una nota Vincenzo Scarcia Germano coordinatore regionale del gruppo Trasporti in Puglia di Confindustria e presidente di Ferrovie del Gargano.

I ragazzi selezionati, tutti maschi, sono «foggiani e baresi». Si erano candidate anche due donne, entrambe provenienti da fuori regione, costrette tuttavia a rinunciare al corso a causa della distanza dai luoghi di residenza. «Questo corso oltre a formare professionalmente le figure di capotreno e di mudulo Fta (unione e distacco treni: ndr) - dice Impastato - consentirà ai ragazzi di apprendere la complessità del sistema ferroviario strutturato meccanismi molto precisi che devono essere necessariamente ben oliati». Le lezioni teoriche dovranno essere completate «entro il 22 dicembre», poi inizierà la parte pratica con i tirocini nelle aziende. «Tirocini che saranno retribuiti - preannuncia il responsabile tecnico di For.Fer - e che i ragazzi dovranno svolgere direttamente presso le aziende. Confindustria - aggiunge Impastato - è molto attenta alla formazione, ai neo capotreni una volta formati dovrà essere rilasciata l’abilitazione. Sbocchi professionali immediati? Ferrovie del Gargano potrebbe assumere un gruppo di questi giovani».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Estate in Puglia: in 600 salpano per le Isole Tremiti

Estate in Puglia: in 600 salpano per le Isole Tremiti

 
Omicidio De Rocco a Foggiaresta in cella 38enne di Casarano

Omicidio De Rocco a Foggia
resta in cella 38enne di Casarano

 
San Ferdinando, esecuzione in strada: commando fredda un pregiudicato

San Ferdinando, pregiudicato freddato nell'auto in centro Foto

 
Espiantati gli organi del 47enne molisano, prof. Milano: «Usata tecnica innovativa»

Espiantati gli organi del 47enne molisano, prof. Milano: «Usata tecnica innovativa»

 
Assaggiatore di pizza? Un corso post-laurea

Assaggiatore di pizza?
A Foggia un corso post-laurea

 
Termoli, ambulanza impegnata e tac in manutenzione: famiglia dona gli organi del congiunto

Termoli, ambulanza impegnata
e tac in manutenzione: famiglia
dona gli organi del congiunto

 
Quei caduti in guerra tra i banchi di scuola

Quei caduti in guerra
tra i banchi di scuola

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS