Cerca

Domenica 21 Gennaio 2018 | 13:58

Decreto della Procura

Manfredonia, sequestrato noto
ristorante sul mare: era abusivo

Sigilli a Guarda che luna: la struttura era interamente abusiva. Sulla carta era amovibile, in realtà si tratterebbe di un vero e proprio ecomostro

Manfredonia, sequestrato notoristorante sul mare: era abusivo

I carabinieri forestali e la Capitaneria di Porto, in esecuzione di un decreto di sequestro preventivo emesso dalla Procura di Foggia, hanno sequestrato il noto ristorante "Guarda che luna", sulla scogliera di Manfredonia in località “Acqua di Cristo”, gestito dalla società "Bar Centrale di Romito Francesco s.a.s.". 

Dalle indagini è emerso che la struttura è stata realizzata in violazioni delle normative edilizie ed ambientale, n quanto in palese contrasto con il concetto di "facile amovibilità", requisito previsto dal Piano regolatore Generale di Manfredonia, dal Piano Paesaggistico Territoriale della Regione Puglia e dal Piano Regionale delle Coste, che impongono la facile smontabilità o amovibilità di ristoranti o attrezzature realizzate sul territorio costiero o comunque nella fascia di rispetto dei 300 metri dal mare.

Gli accertamenti e le verifiche, condotte anche con l’ausilio di consulenti tecnici, nella scorsa primavera avevano permesso di accertare che l’immobile è stato realizzato in palese violazione dei permessi di costruire, in totale difformità del titolo abilitativo edilizio, delle autorizzazioni imposte del Codice Paesaggistico e del Codice della Navigazione, insistendo su area demaniale marittima a ridosso del mare sugli scogli del lungomare di Manfredonia.

I militari hanno sottoposto a sequestro l’intera struttura, costituita da sala ristorante, cucina, servizi e veranda. Sono in corso altri accertamenti per individuare ulteriori responsabilità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione