Cerca

Venerdì 25 Maggio 2018 | 03:28

Orsara

Tutti alla Torre Guevara
casa reale degli aragonesi

Tutti alla Torre Guevara  casa reale degli aragonesi

ORSARA - Prima di approdare a Orsara di Puglia, sabato 23 e domenica 24 settembre, l’esordio di “Le Torri di Capitanata, Invasioni spettacolari” ha registrato grande partecipazione a Lucera, dove i visitatori sono rimasti ammaliati dalla Torre della Regina nel Castello Svevo Angioino. Sono arrivati da tutta la Puglia, ma anche da Lazio e Campania per ammirare la Fortezza del 1300 e partecipare a un evento che ha messo insieme la storia, il teatro, la musica e la video art.

«Le Torri di Capitanata - Invasioni spettacolari», progetto ideato dal regista e attore Germano Benincaso, è finanziato dalle risorse Por FESR-FSE 2014-2020 – “In Puglia 365 Estate”, sostenuto dalla collaborazione dei Comuni di Lucera, Orsara di Puglia e Pietramontecorvino.

Partecipare è facile e gratuito: basta prenotare la propria visita guidata sul sito ufficiale dell’iniziativa, www.torridicapitanata.it, oppure inviando una e-mail all’indirizzo di posta elettronica: torridicapitanata@gmail.com o, ancora, chiamando il contact center, disponibile in italiano e in inglese, al numero 366/3377338 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.

La prossima tappa, sabato 23 e domenica 24 settembre, come detto, è prevista a Orsara di Puglia, nel palazzo di Torre Guevara, antico edificio che ospitò re e regine. Provenivano dalla magica terra di Spagna i Guevara, dove vantavano già secoli di nobiltà. Furono affascinati dall'Italia, terra di scintillanti promesse e di epiche conquiste.

I Guevara giunsero nel Bel Paese al seguito di Alfonso I D'Aragona, Re di Sicilia dapprima, sovrano di Napoli dal giugno del 1442. La storia dei Guevara, però, si intreccia con quella della Capitanata solo nel 1577, più di un secolo dopo. Giovanni, uno dei rampolli della dinastia, acquistò per trentottomila ducati la città di Bovino. Re Filippo II nominò Giovanni quale “Primo Duca di Bovino”. A un altro Giovanni, discendente del primo Duca di Bovino, si deve la realizzazione di Torre Guevara. Fu il quinto Duca di Bovino, nato nel 1638, a far costruire l'imponente edificio. Il Palazzo di Torre Guevara si trova nella piana compresa tra i due affluenti Sannoro e Lavella, a nord del torrente Cervaro, nel territorio di Orsara di Puglia. La costruzione rientrava nell’elenco delle dimore reali della corte aragonese. Torre Guevara è una struttura con oltre trecento anni di storia. Il palazzo fu eretto nel 1680. I Guevara, signori di Bovino, acquisirono il Territorio di Orsara di Puglia e decisero di regalarsi un edificio degno della loro dinastia. Fu Giovanni, quinto duca di Bovino, a far costruire Torre Guevara, per i soggiorni di caccia nel territorio. Fece erigere l'imponente edificio nel cuore stesso di un'area geografica delimitata a nord dall'antica città di Troja, a sud ovest da Orsara, a sud da Bovino e ad est da Castelluccio dei Sauri.

Una zona ricca di cacciagione, immersa nel verde e nella poesia di un paesaggio dolce come le linee delle colline daune. Il Palazzo di Torre Guevara fu utilizzato come sontuosa tenuta di caccia. Ospitò re e regine. Nelle sue stanze trovarono ristoro Carlo III di Borbone e la regina Amalia di Valbussa. Il palazzo ha un impianto rettangolare di sessanta metri per venti, con tre piani coronati da un imponente cornicione. E' caratterizzato da una spessa muratura in pietra, con volte a botte. L'edificio, con provvedimento attuato nel 1986, è stato sottoposto a tutela della Sovrintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici di Puglia.

Le visite guidate e gli spettacoli a Torre Guevara, cui si potrà partecipare gratuitamente e previa prenotazione, si terranno sabato 23 (due gruppi: uno alle 16, l’altro alle 18) e domenica 24 settembre (tre gruppi: uno alle 9,30, l’altro alle 11,30 e l’ultimo alle 16 che però è già completamente prenotato). Il terzo fine settimana in programma con “Le Torri di Capitanata - Invasioni spettacolari” si svolgerà a Pietramontecorvino, sabato 30 settembre (alle 16 e poi alle 18) e domenica 1 ottobre (alle 9,30 e alle 11,30), nella Torre Normanna, vero e proprio simbolo del borgo. Completamente restaurata, è possibile visitarne sia l’interno che la sommità da cui si gode di un panorama mozzafiato. E’ perfettamente funzionante l’antica scala a chiocciola di legno da cui si accede sulla parte superiore della Torre. La Torre Normanna è parte integrante del meraviglioso Palazzo Ducale, di epoca normanno-sveva, caratterizzato da tre corti, una delle quali fu giardino pensile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

rifiuti roma

I rifiuti di Roma saranno portati nel Salento e a Foggia

 
grano

Bombe di acqua in capitanata e il grano finisce a mollo

 
premier Giuseppe Conte

Il «foggiano» Giuseppe Conte premier incaricato. San Giovanni Rotondo: lo aspettiamo

 
Peschici, droga in camerada letto: arrestati due fratelli

Peschici, droga in camera
da letto: arrestati due fratelli

 
Foggia, rapina in farmaciacon ostaggi: due arresti

Foggia, rapina in farmacia con ostaggi: 2 arresti

 
Tribunale Lucera chiuso, sindaco s'incatena. «Va salvato»

Tribunale Lucera chiuso, sindaco s'incatena. «Va salvato»

 
San Severo, sfregiò addettomarket dopo rapina: preso

San Severo, sfregiò addetto
market dopo rapina: preso

 
pedofilia

Abusi su 9 minori, ex sacerdote condannato a 18 anni

 

MEDIAGALLERY

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

 
Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

 
Blitz a Taranto contro gang di narco rapinatori: «Te lo vuoi fare il dottore?»

Blitz a Taranto, le intercettazioni: «Te lo vuoi fare il dottore?»

 
Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 
Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

 
Molestie su minorenni, polizia arresta 51enne

Molestie su ragazzine, polizia arresta 51enne VIDEO

 

LAGAZZETTA.TV

Economia TV
L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde

L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde

 
Italia TV
In Italia 118mila persone con sclerosi multipla

In Italia 118mila persone con sclerosi multipla

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Mondo TV
Trump ha scritto a Kim per cancellare il vertice

Trump ha scritto a Kim per cancellare il vertice

 
Sport TV
Vittoria Trump, basta giocatori in ginocchio a inno

Vittoria Trump, basta giocatori in ginocchio a inno

 
Meteo TV
Previsioni meteo del weekend

Previsioni meteo del weekend

 
Spettacolo TV
I sogni che nascono in Armenia

I sogni che nascono in Armenia

 
Calcio TV
Finito incontro, Ancelotti lascia sede Filmauro

Finito incontro, Ancelotti lascia sede Filmauro