Domenica 22 Luglio 2018 | 17:00

La tragedia

Si schianta con la moto
perde la vita un 39enne

L'uscita di strada all'una di notte su viale Kennedy, inutili i soccorsi

Si schianta con la moto perde la vita un centauro

Ancora una vittima della strada in città, dove nella nottata perso la vita Cosimo Destino, 39 anni, foggiano, che ha perso il controllo della moto, sbattendo contro alcuni cassonetti prima e quindi contro un albero e morendo sul colpo. Teatro dell’ennesima tragedia viale Kennedy, dove intorno all’una di notte sono arrivate - allertate dalle richieste di automobilisti in transito che hanno cercato di prestare i primi soccorsi - un’ambulanza del «118» e una pattuglia dei vigili urbani. Ma il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatare il decesso del foggiano, deceduto sul colpo per la gravità delle lesioni riportate nell’impatto e nella «strisciata» conseguenza della caduta dalla moto. I vigili urbani hanno eseguito i rilievi e, anche attraverso eventuali testimonianze e la visione dei filmati registrati dalle telecamere della zona, stanno cercando di ricostruire la dinamica e le cause dell’uscita di strada.

Destino era a bordo di una motocicletta «Yamaha» di grossa cilindrata e percorreva via Kennedy in direzione di viale Europa quando, per motivi ancora al vaglio della polizia municipale, ha perso il controllo del mezzo, sbandando prima di cadere e schiantarsi contro alcuni alcuni cassonetti posti sul lato della strada e quindi contro un albero: i rilievi eseguiti dalla pattuglia dei vigili urbani raccontano di una «strisciata» molto prolungata. Il centauro calzava regolarmente il casco, ma l’impatto con la sede stradale e le lesioni riportate in varie parti del corpo sono state letali, nonostante la tempestività dell’allarme e dei soccorsi.

Con il morto della scorsa notte sono già 45 le vittime delle strada in Capitanata (e nelle strade dei tre comuni del basso Tavoliere che amministrativamente fanno capo alla Bat), una decina delle quali hanno perso la vita nel capoluogo dauno e/o nelle strade d’accesso alla città. Come successo sette giorni prima, il pomeriggio del 19 agosto, a borgo Segezia ad una decina di chilometri da Foggia sulla statale 90 per Napoli, dove nell’uscita di strada di un’auto aveva perso la vita un ventinovenne sanseverese mentre un’altra persona era rimasta ferita in maniera non grave.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Foggia, a fuoco discarica sequestrataIl sindaco: tenere le finestre chiuse

Foggia, a fuoco discarica sequestrata. Il sindaco: tenete le finestre chiuse

 
Estate in Puglia: in 600 salpano per le Isole Tremiti

Estate in Puglia: in 600 salpano per le Isole Tremiti

 
Omicidio De Rocco a Foggiaresta in cella 38enne di Casarano

Omicidio De Rocco a Foggia
resta in cella 38enne di Casarano

 
San Ferdinando, esecuzione in strada: commando fredda un pregiudicato

San Ferdinando, pregiudicato freddato nell'auto in centro Foto

 
Espiantati gli organi del 47enne molisano, prof. Milano: «Usata tecnica innovativa»

Espiantati gli organi del 47enne molisano, prof. Milano: «Usata tecnica innovativa»

 
Assaggiatore di pizza? Un corso post-laurea

Assaggiatore di pizza?
A Foggia un corso post-laurea

 
Termoli, ambulanza impegnata e tac in manutenzione: famiglia dona gli organi del congiunto

Termoli, ambulanza impegnata
e tac in manutenzione: famiglia
dona gli organi del congiunto

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS