Giovedì 16 Agosto 2018 | 00:34

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

monti dauni

Si spostano antenne e ripetitori
ora a un chilometro dal paese

La vittoria storica per Volturino diventa una beffa per Alberona

Si spostano antenne e ripetitori ora a un chilometro dal paese

di Rosalia Marcantonio

ALBERONA - Dalla piazza del paese e dal campo sportivo; dalle campagne a valle alla più piccola stradina del centro storico: la nuova e minacciosa antenna è ben visibile. Si nota da ogni angolo di Alberona. E’ il traliccio su cui saranno spostati i ripetitori radio/ tv di «Toppo la Guardia», quelle di Volturino. Il piccolo comune è riuscito dopo decenni di lotte, nell’intento di delocalizzarle. L’area su cui saranno installate, località Scordarulo, è distante 2 chilometri dall’ attuale sito, ben più lontano da Volturino, ma molto più vicino ad Alberona. Il traliccio è stato impiantato a circa 10 metri dal tratturo che segna il confine amministrativo tra i due comuni, a ridosso di un’area tra le più belle del paese che si fregia del riconoscimento di «bandiera arancione»: due colline boscose, pregiate da un punto di vista paesaggistico, naturalistico e storico: il «canale dei tigli», sito Iba (important bird area). Un piccolo angolo di paradiso, poco conosciuto dalla massa (fortunatamente) e particolarmente caro agli alberonesi.

E così per un comune - Volturino - che riesce a disfarsene, un altro - Alberona - se le deve accollare. La nuova e gigantesca antenna arricchisce, ora, la fitta selva di pale eoliche che dalla fine degli anni novanta sovrasta ed imbruttisce i crinali delle colline daune. Ma, oltre all’impatto paesaggistico, a preoccupare gli alberonesi sono i possibili effetti delle onde elettromagnetiche che emetteranno i ripetitori. Dal centro abitato di Alberona, la nuova antenna dista poco più di mille metri in linea d’aria. A breve il paese si ritroverà circondato di antenne e campi elettromagnetici. Solo pochi mesi fa infatti sul «Toppo della Serra» fu installato un potente ripetitore Tim. Pale eoliche, antenne di telefonia, ripetitori radio/tv sorgono a poche centinaia di metri, in linea d’aria, dal centro abitato. Una cornice di acciaio e cemento. Con buona pace del piano paesaggistico, di cui la Puglia prima Regione in Italia, si è dotata dal 2015.

La località Scordarulo, che si affaccia sul vallone del «canale dei tigli», è stata individuata come area idonea ad ospitare i ripetitori radio/tv nel piano regolatore generale redatto dal Comune di Volturino nel 2003; pare che all’epoca nessuno tra gli amministratori di Alberona si fosse accorto di quanto stava accadendo. Pur avendone il diritto, nessuno negli anni ha sollevato la questione e presentato osservazioni al Prg di Volturino. L’unica nota di protesta è stata di Pina De Matthaeis, consigliera di minoranza di «Cambiamo Alberona» che, sul profilo Facebook del movimento politico, pubblicò un post, corredato di immagini e documenti, per informare la comunità e chiese lumi all’amministrazione comunale. Ma la nota arrivò quando i lavori erano già in una fase avanzata, e non poteva essere altrimenti perché in Comune a Alberona, pare che tutti fossero all’oscuro. Eppure, la delocalizzazione delle antenne Radio/Tv da «Toppo la Guardia» al nuovo sito, territorio del Comune di Volturino, ha seguito un iter complesso, iniziato e finito con la redazione del Prg. Il via libera alla realizzazione dell’impianto è del 13 aprile scorso e, come sottolinea il sindaco di Volturino, Antonio Santacroce, in risposta al post su facebook della consigliera Pina De Matthaeis «l'installazione ha tutti i permessi necessari, contrariamente a quasi tutte quelle che si trovano oggi a Toppo La Guardia, molte delle quali prive di qualsiasi titolo autorizzativo. La delocalizzazione è prevista dal prg, mai contestata da alcuno». Solo due mesi fa, il Comune di Alberona ha presentato una richiesta di accesso agli atti ed incaricato l’archietto Marino, estensore del Pug, di verificare termini e criteri seguiti nell’individuazione del nuovo sito.

Volturino, intanto, accelera per arrivare il prima possibile al sospirato spostamento delle antenne. Il sindaco sta preparando un’ordinanza per imporre alle società allocate sul traliccio il trasferimento in 180 giorni; e in questi giorni ha presentato richiesta al ministero delle comunicazioni per capire quante siano le società, radiofoniche e televisive, realmente autorizzate a trasmettere, dunque, in possesso di concessione. «Sulle 14 antenne di Volturino sono collocati ben 240 ripetitori, diversi senza alcun titolo, abusive. Altre senza contratto con l’Enel. Una vera giungla», dice il sindaco. Sicuramente ci sarà uno sfoltimento, ma quelle in regola, probabilmente buona parte, saranno installate sul traliccio vista Alberona. Ottimo risultato e vittoria storica per il «paese del vento», ma a rimetterci sarà «il paese dell’acqua».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Scontro nel Foggiano, muoionodue giovani di Torremaggiore

Scontro nel Foggiano, muoiono due giovani di Torremaggiore Foto

 
San Marco in Lamis, trovatomorto accanto al trattore:incidente o omicidio?

San Marco in Lamis, trovato
morto accanto al trattore:
incidente o omicidio?

 
Scandalo Sanitarservice, Di Biasesi difende: compensi e spese regolari

Scandalo Sanitaservice, Di Biase si difende: compensi e spese regolari

 
Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

 
Trans sequestrato e pestato da cliente

Trans sequestrato e pestato da cliente

 
Tragedia sfiorata in autostrada: due anziani in viaggio contromano, salvati dalla stradale

Tragedia sfiorata in A14: due anziani in viaggio contromano, salvati dalla Polstrada

 
Sanitaservice Foggia, superstipendi e spese pazze per mezzo milione:sequestrati beni all'amministratore

Sanitaservice Foggia, superstipendi e sprechi: sequestro beni ex amministratore

 
Strage braccianti: al via le indagini per caporalato a Foggia e Larino

Strage braccianti nel Foggiano: indagati tre imprenditori agricoli

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS