Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 01:48

Bloccati dai Cc

Manfredonia, ignorano l'alt
e poi simulano rapina dell'auto

Arrestati tre pregiudicati foggiani: hanno tentato di speronare l'auto dell'Arma durante un inseguimento

Accompagna in banca un uomo ai domiciliari. carabiniere assolto

I Carabinieri di Manfredonia hanno arrestato tre pregiudicati foggiani al termine di un rocambolesco inseguimento caratterizzato anche da una simulazione di rapina dell'auto. In manette, con l'accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, sono finiti il 27enne Ciriaco De Stefano, il 27enne Antonio Riccardo Augusto Frascolla ed il 23enne Pasquale Bellapianta.

I militari hanno intercettato una Mercedes che non si è fermata all'alt: ne è nato un inseguimento durante il quale i fuggitivi hanno tentato di speronare l'auto dell'Arma, manovra evitata grazie alla prontezza di riflessi dell'autista della pattuglia.

Pochi minuti dopo è giunta al 112 una segnalazione di rapina di un'auto (la Mercedes) che, guarda caso, era stata successivamente ritrovata - dopo l'inseguimento - dal titolare, Ciriaco De Stefano sulla statale 89 all'altezza del cavalcavia in uscita da Manfredonia.

La versione non convinceva i militari che chiedevano al giovane di sottoporsi al test alcolemico: a tale richiesta De Stefano si rifiutava, ne nasceva un parapiglia che vedeva coinvolte anche gli altri due amici-complici del giovane. Una militare restava contuso. I tre, quindi, venivano accompagnati in caserma e successivamente posti agli arresti domiciliari. De tefano è stato denunciato anche per simulazione di reato e per essrsi rifiutato di sottoporsi al test etilico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione