Cerca

Lunedì 11 Dicembre 2017 | 08:43

il riconoscimento

«Peschici, una spiaggia
che vale il viaggio»

Il Touring club italiano promuove a pieni voti quelle della cittadina garganica

Peschici

«Ci vuole un po’ di tempo per arrivare a Peschici, ma ne vale la pena: la posizione del borgo, a picco sul mare, è meravigliosa! Il castello, le scalinate scavate nella roccia, le case che digradano verso il mare... e tutto è bianco, come da migliore tradizione mediterranea. Dal belvedere del centro storico, lo sguardo si perde tra i pini d’Aleppo che abbracciano la costa e le torri d’avvistamento. In direzione di Vieste, compaiono i trabucchi, strutture in legno sospese sul mare, un tempo dedite alla pesca e oggi scenografici ristorantini». Questo il commento di una delle più grandi associazioni non profit che si occupa da oltre cent’anni di turismo, cultura e ambiente ovvero il Touring Club Italiano, in sigla TCI.

Arriva l’ennesimo tributo per la perla del Gargano, capace di rialzarsi dopo le recenti disavventure (gli incendi di luglio 2007 e l’alluvione di settembre 2014) che avevano in qualche modo minato –seppure temporaneamente, per fortuna - la leadership di meta turistica più frequentata sul fronte garganico. Invece grazie ad investimenti promozionali oculati e mirati, messi in atto dall’ amministrazione comunale targata Franco Tavaglione, la rotta è stata invertita. Su quell’incantevole angolo di paradiso del Gargano sono tornati a riaccendersi i riflettori.

Gongola il sindaco: «Siamo orgogliosi di questo giudizio e della scelta fatta, che ancora una volta premia Peschici e il suo straordinario territorio. Il nostro compito è quello di preservare e promuovere le nostre bellezze con lo sguardo rivolto al futuro e alle sempre crescenti domande di turismo di qualità» è il commento di Franco Tavaglione che tra l’altro ricopre anche l’incarico di presidente dell’assemblea dei sindaci dell’area protetta. La menzione del Touring è solo l’ultima di una lunga serie: infatti numerose sono state di recente le riviste specializzate che si sono occupate della caratteristica cittadina garganica. La quale –come si ricorderà - ha goduto lo scorso sabato 13 maggio dello straordinario traino pubblicitario (riprese tv in mondovisione) del Giro d’Italia di ciclismo numero 100, in quanto ha ospitato la tappa numero otto (la Molfetta-Peschici di 189 chilometri) della corsa. Ed era la quarta volta: 2000, 2006, 2008, 2017.

Non solo. Lo “spot promozionale” di Peschici e del Gargano è continuato oltre il 13 maggio perché – altra idea lungimirante - una auto (cinquecento bianca), tappezzata dallo slogan “Peschici un sogno da vivere” e dal logo delle Ferrovie del Gargano è entrata a far parte della carovana ufficiale del Giro per le ultime 5 tappe. Al grido “porteremo Peschici, il Gargano e la Puglia fino al traguardo di Milano” la promozione del territorio è continuata fino al 28 maggio. Un fruttuoso prolungamento, le cui ricadute positive non tarderanno a palesarsi. Per l’estate 2017 Peschici –pertanto- dovrebbe “dormire tra due guanciali” ….. E le previsioni lo confermano: si prevede una estate “superaffollata” in termini di presenze turistiche. [Francesco Trotta]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione