Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 11:58

Un 28enne voleva i soldi

Cerignola, minaccia di morte
la madre e poi tenta il suicidio

All'arrivo dei Carabinieri prima ha puntato l'arma contro i militari poi contro se stesso

Prima ha minacciato la madre con un coltello per avere il denaro, poi all'arrivo dei carabinieri ha puntato l'arma contro se stesso con evidente intenzioni di suicidarsi. Dopo una "trattativa" è stato arrestato a Cerignola, Francesco Dimichino, 28 anni, vecchia conoscenza delle forze dell'ordine.
I carabinieri del Radiomobile sono intervenuti dopo la telefonata della madre: giunti sul posto, i militari hanno sorpreso Dimichino che, con un coltello da cucina, minacciava la madre di morte se non gli avesse dato del denaro. Alla vista degli uomini in divisa, il Dimichino, in evidente stato di alterazione psicofisica, ha dapprima puntato il coltello contro i militari, e poi contro se stesso minacciando il suicidio. Dopo circa 30 minuti trascorsi a tentare di tranquillizzare l'esagitato, i militari sono riusciti a distrarlo per un attimo e, nonostante il pericolo, con non poca fatica a disarmarlo e ad arrestarlo.
Dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione e resistenza a pubblico Ufficiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione