Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 14:37

Un romeno a Cerignola

Ai domiciliari per stalking
finisce in cella per evasione

Ai domiciliari per stalkingfinisce in cella per evasione

L'idea che la sua (ex) compagna stesse con un altro non la accettava e per questo non ha esitato a presentarsi presso l'abitazione del "rivale" armato di coltello. Un cittadino rumeno, Virgil Geminaru, incensurato, ha collezionato due arresti nel giro di poche ore: prima per stalkingì, ottenendo i domiciliari, poi per evasione andando a finire così dritto in carcere.

Nella notte fra giovedì e venerdì, l'uomo si è presentato presso l'abitazione del nuovo compagno della donna brandendo un coltello da cucina e intimando ai due di aprire la porte. La donna ha chiamato i carabinieri ai quali si era rivolto per denunciare le vessazione subite dall'uomo ormai da qualche settimane, da quando aveva deciso di interrompere la relazione per iniziare una nuova relazione con un altro uomo. Per questa ragione, quindi, l'uomo veniva arrestato per il reato di atti persecutori, quindi sottoposto agli arresti domiciliari.

Tuttavia il rumeno - nel corso di un controllo da parte dei militari - è stato sorpreso all’esterno della propria abitazione a parlare con altre persone. Per tale ragione Geminaru è stato tratto nuovamente in arresto per il reato di evasione e, su disposizione del pm di turno, questa volta è stato accompagnato nel carcere di Foggia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione