Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 18:53

foggia

Aggressione ad un medico
consulente del Tribunale

nel campo dei risarcimenti assicurativi

Aggressione ad un medicoconsulente del Tribunale

FOGGIA - Ancora un episodio di violenza contro un medico. E’ avvenuto a Foggia ma questa volta non al pronto soccorso oppure in una delle tante guardie mediche della provincia. L’aggressione è avvenuta per strada.

«Ci siamo stancati di denunciare questo continuo stillicidio di violenza contro chi mette la sua professione a disposizione della Comunità. Questa volta è toccato al dottor Alberto Pedone, un medico legale a disposizione dei Magistrati come Consulente Tecnico d'Ufficio per la sua alta competenza e professionalità. Già più volte fatto oggetto di minacce per le sue consulenze tecniche in quell'aria grigia dei risarcimenti assicurativi, questa volta ha subito un'aggressione selvaggia che gli ha procurato una frattura del setto nasale e un trauma cranico. Un atto vile verso un uomo, un professionista serio e coraggioso. La Comunità Medica di capitanata si stringe al Collega Pedone e chiede a tutta la Comunità di stringersi in un abbraccio di solidarietà per non lasciare solo il dottor Pedone di fronte ad una delinquenza sempre più agguerrita», dice il presidente dell’Ordine dei medici, Salvatore Onorati, che aggiunge: «Alle Forze dell'Ordine la nostra stima per il lavoro d'indagine con l'auspicio che al più presto vengano individuati i colpevoli. Pene giuste e certe per chi commette violenza. L'Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Foggia si rende disponibile a costituirsi parte civile nell'eventuale causa contro i vigliacchi aggressori, per non lasciare solo il collega e per passare dalle parole ai fatti.»

«Esprimo la mia sincera vicinanza al dottor Alberto Pedone, medico legale di Foggia, vittima di una vile aggressione, probabilmente riconducibile al suo ruolo di consulente tecnico dei magistrati nelle cause per i risarcimenti assicurativi. È l’ennesimo episodio di violenza contro un medico e sottoscrivo la protesta dell’Ordine professionale della provincia di Foggia», afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Puglia, Giandiego Gatta. «Il nostro – aggiunge - è un territorio bellissimo, generoso, ma che purtroppo stenta a liberarsi dalle catene della illegalità. Colgo l’occasione per richiedere, ancora una volta, un sensibile potenziamento delle unità e dei mezzi delle Forze dell’Ordine, che lavorano con abnegazione per garantire la sicurezza in una zona purtroppo molto complessa. Sono solidale con Pedone, ma vorrei che certa politica abbandonasse promesse facili quando i riflettori sono accesi, e si preoccupasse di dare risposte concrete. La sicurezza del cittadino è condizione indispensabile per la effettiva crescita socioeconomica del territorio. Il resto è pura retorica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione