Cerca

Sabato 26 Maggio 2018 | 04:31

manfredonia

In cerca di un rimorchiatore
ma l'appello non sarà raccolto

L'ultimo andò via nel 2011 perché c'erano poche navi in porto

In cerca di un rimorchiatore ma l'appello non sarà raccolto

Michele Apollonio

MANFREDONIA - Rimorchiatore portuale cercasi. L’autorità portuale di Manfredonia in regime transitorio in attesa di confluire nell’autorità di sistema portuale Adriatico meridionale con sede a Bari come stabilito dalla riforma dei porti italiani, ha emanato un avviso pubblico col quale invita «le società di rimorchio concessionarie in porti nazionali ad esprimere manifestazione di interesse al servizio di rimorchio nel porto di Manfredonia». Le prospettive che ci siano società di rimorchio interessate al bando sono scarse, non è infatti la prima volta che avvisi simili sono lanciati, tutti rimasti senza risposta.

Le ragioni dell’assenza di questo servizio portuale essenziale per assicurare la necessaria sicurezza nelle manovre delle navi in entrata o in uscita dal bacino portuale del molo industriale, sta nella mancanza di navi da assistere. Una mortificante realtà che si è andata via via aggravando dal 2011, quando si registrò la rinuncia del rimorchiatore che faceva base nel porto di Manfredonia a causa della scarsità delle navi che facevano scalo. Come del resto evidenziano le tabelle sulla movimentazione delle navi nel porto di Manfredonia in progressiva picchiata, allegate al bando e che danno la misura reale della situazione dei traffici portuali e dunque dello scarso lavoro possibile.

Alla società armatrice del rimorchiatore rimasto (prima ce n’erano due), non è più convenuto fare base nel porto di Manfredonia con la prospettiva di accumulare perdite, ed ha quindi preferito emigrare a Barletta dove i traffici non mancavano e non mancano. All’occorrenza, quando delle navi hanno dovuto attraccare al porto di Manfredonia per sbarcare merci (ma anche passeggeri) per conto delle agenzie marittime «De Girolamo» e «Galli», è stato necessario richiamare il rimorchiatore da Barletta (occorrono almeno tre ore di navigazione), con oneri suppletivi per il costo della trasferta, a carico ovviamente della nave.

Le difficoltà del porto sipontino non si fermano al rimorchiatore. Tra i problemi urgenti che attendono da decenni di essere risolti e non si comprende perché non lo si è fatto, vi è quello del dragaggio dei bacini portuali: tanto di quello del porto storico, quanto l’altro del porto industriale. A memoria d’uomo non si ricorda che il bacino del porto storico sia stato mai ripulito dopo l’ultimo conflitto mondiale. In quella occasione furono affondati due piroscafi agli ormeggi nel porto. A detta di chi quel bacino ben lo conosce, sul fondo giace di tutto: da carcasse di pescherecci, ad automobili, a tutta una serie di oggettistica come batterie, copertoni, cavi di ogni genere e naturalmente fango. Il fondo si è alzato di almeno un paio di metri. Il bacino del porto industriale è invece invaso dalla sabbia che ne hanno abbassato la quota della superficie. Una situazione niente affatto gratificante che la nuova Autority si spera dovrà affrontare con decisione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

il sindaco di Lucera Antonio Tutolo

Sindaco di Lucera indagato per l'ex Tribunale non in sicurezza

 
Penalista di Cerignola aggredito e rapinato in casa

Penalista di Cerignola aggredito e rapinato in casa

 
rifiuti roma

I rifiuti di Roma saranno portati nel Salento e a Foggia

 
grano

Bombe di acqua in capitanata e il grano finisce a mollo

 
premier Giuseppe Conte

Il «foggiano» Giuseppe Conte premier incaricato. San Giovanni Rotondo: lo aspettiamo

 
Peschici, droga in camerada letto: arrestati due fratelli

Peschici, droga in camera
da letto: arrestati due fratelli

 
Foggia, rapina in farmaciacon ostaggi: due arresti

Foggia, rapina in farmacia con ostaggi: 2 arresti

 
Tribunale Lucera chiuso, sindaco s'incatena. «Va salvato»

Tribunale Lucera chiuso, sindaco s'incatena. «Va salvato»

 

MEDIAGALLERY

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

 
Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

 
Blitz a Taranto contro gang di narco rapinatori: «Te lo vuoi fare il dottore?»

Blitz a Taranto, le intercettazioni: «Te lo vuoi fare il dottore?»

 
Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 
Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

 

LAGAZZETTA.TV

Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Italia TV
Code per vedere spoglie Giovanni XXIII in Duomo Bergamo

Code per vedere spoglie Giovanni XXIII in Duomo Bergamo

 
Mondo TV
Allarme obesita', nel 2045 uno su 4 sovrappeso nel mondo

Allarme obesita', nel 2045 uno su 4 sovrappeso nel mondo

 
Meteo TV
Previsioni meteo del weekend

Previsioni meteo del weekend

 
Spettacolo TV
Ricordando Carrie Fisher

Ricordando Carrie Fisher

 
Sport TV
Il Giro d'Italia riparte dalla Reggia di Venaria

Il Giro d'Italia riparte dalla Reggia di Venaria

 
Calcio TV
Il Bologna esonera Donadoni, pronto Pippo Inzaghi

Il Bologna esonera Donadoni, pronto Pippo Inzaghi

 
Economia TV
L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde

L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde