Cerca

Martedì 22 Agosto 2017 | 05:37

grazie a fondi Cei dell’otto per mille

La diocesi Foggia apre Casa
per papà separati e bimbi disagiati

La diocesi Foggia apre Casa per papà separati e bimbi disagiati

L'arcivescovo della diocesi di Foggia-Bovino, mons. Vincenzo Pelvi

FOGGIA - Realizzata dalla diocesi di Foggia-Bovino, che è anche proprietaria della struttura, grazie a fondi Cei dell’otto per mille e al contributo della Banca Popolare di Milano al termine di lavori durati più di un anno, è stata inaugurata a Foggia, in corso Vittorio Emanuele, la 'Casa mons. Farinà, struttura che ospita padri separati e bambini con storie difficili.

La struttura ha ricevuto ieri la benedizione dell’arcivescovo della diocesi di Foggia-Bovino, mons. Vincenzo Pelvi. L’edificio di due piani, che per molti anni è stata la Casa del clero, ospita al primo piano i papà separati in via di riconciliazione, uomini che a seguito di vicissitudini familiari stanno diventando i 'nuovi poverì. Da oggi potranno beneficiare gratuitamente di una soluzione di accoglienza e anche del sostegno di una coppia tutor per migliorare il proprio rapporto con il coniuge e con i figli.

Al secondo piano invece le stanze sono popolate da sei bambini, tutti con alle spalle storie difficili, ma ora accuditi da una coppia di coniugi affidatari, Angela e Samuele. Tra non molto la famiglia crescerà, infatti si attende l’arrivo di altri tre bambini. «Il poco che siamo, messo nelle mani di Gesù, diventa abbondanza e grazia per molti» ha sottolineato nel suo intervento mons. Pelvi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione