Martedì 14 Agosto 2018 | 17:38

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Emessa un'ordinanza

Zapponeta, sindaco vieta
i comizi in piazza per
«tacere» l'ex assessore

Zapponeta, sindaco vietacomizio all'ex assessore

Gennaro Missiato-Lupo

Zapponeta - Rinviato il comizio dell’assessore defenestrato del Comune di Zapponeta, Francesco Iacoviello, che doveva tenersi oggi, domenica 11 dicembre, nella centralissima piazza Aldo Moro del piccolo centro rivierasco del Basso Tavoliere.
Il motivo del rinvio è dovuto ad un’ordinanza emanata dal sindaco, Vincenzo D’Aloisio, un provvedimento con il quale viene vietato lo svolgimento di pubblici comizi nelle due piazze principali di Zapponeta (piazza Aldo Moro e piazza Giovanni Paolo II) e nella villa comunale. «Non sarà un’ordinanza ad imbavagliarmi. - tuona il già assessore Iacoviello - Dopo aver chiesto in Comune, in data 5 dicembre 2016, l’autorizzazione di un pubblico comizio, da tenersi in piazza Aldo Moro per il giorno 11 dicembre, il sindaco D’Aloisio, unitamente all’amministrazione comunale, si gioca l’asso nella manica emettendo, in data 7 dicembre 2016 (due giorno dopo la mia richiesta di autorizzazione), un’ordinanza con la quale si vieta lo svolgimento di pubblici comizi nelle principali piazze del paese». Il consigliere comunale ed ex assessore Iacoviello si dice sereno e, soprattutto, non meravigliato «Perché – precisa – è ormai prassi di questa amministrazione violare la democrazia. Inoltre - aggiunge l’ex assessore - dopo aver appreso la notizia dell’emissione, da parte del primo cittadino, dell’ordinanza, mi sono recato presso la sede comunale per chiedere spiegazioni, ma, come al solito, il sindaco, a testa bassa, di fronte a tanta gente, è fuggito come se volesse evitare un Tapiro d’oro». A seguito di ciò, Iacoviello ha comunicato ai suoi concittadini, che il tutto è solo rinviato a dopo le feste natalizie. Contestualmente ha augurato un sereno Natale ed un felice Anno Nuovo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

 
Trans sequestrato e pestato da cliente

Trans sequestrato e pestato da cliente

 
Tragedia sfiorata in autostrada: due anziani in viaggio contromano, salvati dalla stradale

Tragedia sfiorata in autostrada: due anziani in viaggio contromano, salvati dalla Polstrada

 
Sanitaservice Foggia, superstipendi e spese pazze per mezzo milione:sequestrati beni all'amministratore

Sanitaservice Foggia, superstipendi e sprechi: sequestro beni ex amministratore

 
Strage braccianti: al via le indagini per caporalato a Foggia e Larino

Strage braccianti nel Foggiano: indagati tre imprenditori agricoli

 
«Nessuna richiesta di estorsione»Sette indagini in cerca d'autore

«Nessuna richiesta di estorsione»
Sette indagini in cerca d'autore

 
Tremiti, sette baresi finisconocon gommone sugli scogli: salvi

Tremiti, soccorsi sette baresi finiti con gommone a nolo sugli scogli

 
Foggia, beccato con dieci chili di droga: patteggia due anni

Foggia, beccato con dieci chili di droga: patteggia due anni

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 20 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS