Cerca

il sindacalista Cgil

Cerignola, trovata in terreno
la stele di Peppino Di Vittorio

La lapide era abbandonata in campagna: ora sarà ripristinata dal sindacato

Cerignola, trovata in terrenola stele di Peppino Di Vittorio

Il cippo commemorativo che ricorda Peppino Di Vittorio abbandonato nelle campagne di Cerignola. La lapide del grande sindacalista della Cgil che emancipò il lavoro agricolo è stata ritrovata dai sindacalisti della Flai Cgil che ora si sono impegnati a «recuperarlo ed a metterlo in sicurezza». Questo l’impegno del sindacato assunto nell’ambito della Giornata nazionale per le vittime del lavoro sfruttato e dedicata alla memoria di Jerry Essan Masslo, il lavoratore sudafricano scomparso a Villa Literno (Caserta) nell’agosto del 1989 durante la campagna del pomodoro. La Flai Cgil ha tenuto nei giorni scorsi una cerimonia e posto una stele in memoria di tutte le vittime dello sfruttamento. «La morte di Jerry Essan Masslo - ricorda la segreteria provinciale della Flai - rappresentò per l'Italia la presa d'atto della necessità di garantire adeguati diritti e doveri agli immigrati, che nel corso degli anni Ottanta erano cresciuti considerevolmente di numero. Poco dopo la sua tragica scomparsa ebbe luogo a Roma la prima manifestazione antirazzista mai organizzata in Italia sino ad allora, con la partecipazione di oltre 200.000 persone tra italiani e stranieri».
In Capitanata il sindacato dei braccianti ha dedicato la quarta edizione del premio “Jerry Masslo” alla memoria dei lavoratori polacchi scomparsi nelle campagne del Foggiano tra il 2000 e il 2006. «In questo contesto - sottolinea il segretario generale del sindacato, Daniele Iacovelli - vogliamo raccontare la storia di 34.000 immigrati impiegati nel settore agricolo, molte volte in nero, in condizioni di sfruttamento che rasentano la schiavitù. L’idea di apporre una targa in memoria delle vittime ha un valore vitale per la nostra categoria».
La Flai foggiana ha partecipato alla carovana dei lavoratori migranti che si è riunita a Mondragone (nel Casertano) alla presenza del segretario nazionale della Cgil, Susanna Camusso e del segretario nazionale dell’organizzazizione di categoria dei braccianti, Ivana Galli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400