Cerca

Pioggia di euro sulla statale «16» in arrivo 130milioni per rifarla

Accolte le istanze dell'Alto Tavoliere dopo anni di proteste

Pioggia di euro sulla statale «16» in arrivo 130milioni per rifarla

di ANGELO CIAVARELLA

SAN SEVERO - Finanziato per 130milioni di euro l’ammodernamento della strada statale “16” nel tratto San Severo-Foggia. Il progetto di allargamento e di messa in sicurezza dell’arteria risulta tra quelli da finanziare con il Fondo per lo sviluppo e la coesione nel periodo di programmazione 2014-2020. Esulta il sindaco Francesco Miglio per il risultato ottenuto dopo tante azioni di sollecitazione.

«Ringrazio il presidente della Regione Michele Emiliano e il premier Matteo Renzi – spiega il primo cittadino - per aver inserito tra i progetti da finanziare la statale “16”. Si tratta di risorse per un totale di 130 milioni di euro (128,5 milioni per i lavori e 1,5 milioni per la progettazione, ndc) che contribuiranno a migliorare la viabilità, limitando il rischio di incidenti che, negli ultimi anni, hanno portato a far conoscere ai più quest’arteria come strada della morte. Siamo orgogliosi di poter consegnare alla città questo risultato figlio di una buona politica e della collaborazione e di un dialogo costruttivo tra Comune-Provincia-Regione e Governo».

Per il sindaco si tratta di un risultato importante ritenendo San Severo una città che ha bisogno di modernizzare e creare infrastrutture per migliorare i propri servizi anche a supporto dell’economia locale.

Ottimista il presidente regionale del Movimento consumatori, Bruno Maizzi. «È sicuramente un buon risultato - sostiene -, dopo anni di tavoli e richieste. Tuttavia il coordinamento delle istituzioni impegnate in questa battaglia deve proseguire fino al completamento del progetto».

Fiduciosi anche i rappresentanti del Movimento “Mai più morti sulla statale 16”, in campo da anni per la messa in sicurezza di quella strada. «Ampliare e mettere in sicurezza quella strada – spiegano dal Comitato –, contribuirà certamente a favorire il traffico commerciale, a velocizzare i servizi e i trasporti pubblici su gomma. Come pure a non vanificare gli sforzi, anche economici, compiuti dal Comune e da alcuni Enti per sostenere la promozione turistica del territorio».

Per il Comitato di cittadini l’adeguamento di quella strada era non più rinviabile. Infatti, negli ultimi anni, troppi morti e un numero esagerato di feriti avevano provocato disagi e lutti ai residenti di molti Comuni dell’Alto Tavoliere. Ma è con le avverse condizioni atmosferiche e d’estate che quella strada si è rivelata estremamente pericolosa. «Soprattutto nel periodo estivo – proseguono i responsabili del Comitato - sono tanti gli automobilisti che percorrono quella strada per recarsi alle località marittime più vicine: Marina di Lesina, Chieuti e Campomarino. In più, tutti sanno che da giugno a settembre oltre al pendolarismo marino, su quella strada circolano più camion e mezzi agricoli impegnati nella mietitura, nella raccolta del pomodoro, nella vendemmia. Pertanto riteniamo che con l’ampliamento ed il potenziamento dei controlli di velocità, il livello di sicurezza della statale 16 sarà certamente tale da garantire la sicurezza e la tranquillità degli automobilisti in transito».

Ora la buona notizia che schiude le porte alle prossime iniziative per alimentare il progetto.

SAN SEVEROVIA LIBERA CON I FONDI INDIVIDUATI DAL «PATTO PER LA PUGLIA», IL SINDACO: «VINTA UNA GRANDE BATTAGLIA»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400