Cerca

A Cagnano Varano

«Avvertito» consigliere comunale
Bomba davanti al suo negozio

Giuseppe De Rita è consigliere comunale di maggioranza

«Avvertito» consigliere comunaleBomba davanti al suo negozio

FRANCESCO TROTTA

Di curioso c’è solo la concomitanza con il martedì grasso di Carnevale, per il resto l’accaduto desta preoccupazione. Molta preoccupazione. Purtroppo non si è trattato di uno scherzo carnevalesco … bensì di un attentato vero e proprio. Pochi minuti prima della mezzanotte di martedì 9 febbraio una esplosione ha squassato il silenzio della cittadina di quasi ottomila abitanti, sospesa tra l’omonimo lago e la vegetazione del Gargano. Un ordigno è esploso dinanzi all’ingresso del negozio di calzature in via Macerata di proprietà di Giuseppe (detto Pino) De Rita, consigliere comunale di maggioranza eletto nella lista del sindaco Claudio Costanzucci lo scorso giugno.

De Rita detiene le deleghe al commercio, viabilità e parco mezzi. Il boato è stato avvertito dall’intera popolazione. Chi era ancora in giro per via del martedì grasso di Carnevale ha fissato l’ora del boato intorno alle 23.40. La deflagrazione ha provocato ingenti danni alla struttura commerciale. Nessun danno – per fortuna- invece a persone. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine, le quali hanno subito avviato le dovute indagini per risalire agli autori. Per il momento si brancola nel buio circa il movente. Ma la matrice dell’attentato è chiaro: è un tipico avvertimento criminale.

Brusco pertanto il risveglio della cittadina garganica, che “vive” di pesca e agricoltura. Il sindaco Costanzucci, l'amministrazione comunale e la Civica Cagnanese hanno subito condannato «il vile attentato dinamitardo commesso la scorsa notte ai danni del consigliere comunale Pino Di Rita» hanno scritto. «La bomba ha distrutto il negozio di calzature del consigliere, provocando danni per diverse migliaia di euro. Solo fortuite coincidenze hanno scongiurato danni alle persone, a quell'ora ancora in giro per la serata finale di Carnevale. Per il momento la matrice dell'attentato è oscura», hanno aggiunto «qualsiasi fosse stato il movente all'origine di questo barbaro gesto, non possiamo che indignarci e chiedere agli organi inquirenti di scoprire al più presto gli esecutori e i mandanti. Ci attendiamo una ferma reazione dello Stato, in osservanza dei dettami costituzionali che tutelano i cittadini e le loro libertà. In attesa che gli organi inquirenti facciano luce su questo inquietante episodio, a Pino va tutta la nostra solidarietà e la nostra vicinanza».

Solidarietà e vicinanza è stata espressa anche dai circoli del Partito democratico del Gargano, che in una dichiarazione congiunta hanno scritto «esprimiamo la nostra più totale solidarietà al consigliere comunale Pino Di Rita e a tutta l'amministrazione comunale di Cagnano Varano».

cagnano varanoindagano i carabinieri della compagnia di vico del gargano, non si esclude la pista che porta all’attività politica della vittima

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400