Cerca

Foggia, allarme criminalità un omicidio e 3 ferimenti 

Foggia, allarme criminalità un omicidio e 3 ferimenti 
FOGGIA - E’ stato ascoltato a lungo Mimmo Falco, il trentunenne gambizzato l’altra sera in una traversa di via della Repubblica, nei pressi di via Trento. L’uomo non è in condizioni di pericolo. Mimmo Falco – sottoposto a un intervento chirurgico l’altra notte agli ospedali riuniti di Foggia - non avrebbe comunque fornito particolari importanti per gli investigatori.

La gambizzazione dell’uomo è avvenuta sotto gli occhi della moglie che ha immediatamente chiamato il 118, prontamente intervenuto, mentre altre persone di passaggio allertavano Polizia, Carabiniei e Polizia municipale. Nel corso della giornata di ieri sono state ascoltate alcune persone, tra amici, conoscenti e parenti, ma non sono stati eseguiti stub. Le indagini proseguono per risalire agli autori del tentato omicidio e per valutare eventuali collegamenti con altri episodi analoghi avvenuti in città nell’ultimo periodo.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, Mimmo Falco sarebbe stato avvicinato da due ragazzi, spintonato, buttato a terra e sparato da uno dei due. Al vaglio degli inquirenti ci sono i filmati degli impianti di videosorveglianza degli esercizi commerciali della zona ma anche della videosorveglianza urbana.

Con quello avvenuto in via Trento-via della Repubblica sale a quattro il numero agguati in poco più di un mese. L’ultimo in ordine di tempo, quello appunto ai danni di Falco, ha destato preoccupazione tra i cittadini perché avvenuto in una zona centrale della città, nelle ore di punta del passeggio e dello shopping il sabato pomeriggio.

Va ricordato che mercoledì scorso Soltanto in via Mangano, nella zona del Carmine vecchio, nei cosiddetti rioni settecenteschi, veniva assassinato Luigi De Stefano, 51enne. Ancora prima, il 17 ottobre, in via Troia veniva ferito Vito Lanza (per il quale sono state fermate due persone), mentre il 26 dello stesso mese in viale Giotto veniva gambizzato Mario Imperio.

Proprio in seguito all’omicidio De Stefano, il sindaco di Foggia, Franco Landella, aveva espresso «una particolare preoccupazione per l’omicidio avvenuto nella serata di ieri, per la modalità, la tempistica ed il luogo nel quale è maturato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400