Domenica 22 Luglio 2018 | 14:56

Un 13enne muore a scuola durante educazione fisica

di ANTONIO TUFARIELLO
Un 13enne muore a scuola durante educazione fisica
di ANTONIO TUFARIELLO

CERIGNOLA - Un ragazzo di 13 anni, Antonio Amoruso, che frequentava la III A della scuola media «Padre Pio» di Cerignola, è morto ieri in seguito ad un malore accusato durante l’ora di educazione fisica, nella palestra dell’Istituto comprensivo «Di Vittorio - Padre Pio», al rione Fornaci. Era ormai la quinta ora, poco dopo le 13.15 e mancavano pochi minuti al suono della campanella. I ragazzi si apprestavano ad uscire dalla palestra, quando il ragazzo ha portato le mani alla testa ed ha gridato di dolore, prima di accasciarsi a terra perdendo conoscenza. Prontissimo, tra il panico dei compagni di classe, è stato l’intervento della docente di educazione fisica, che ha cercato di calmare la scolaresca e gli ha praticato le manovre di primo soccorso fino all’arrivo, pochi minuti dopo, dell’ambulanza del 118.

I medici hanno tentato di rianimare Antonio Amoruso, anche con l’utilizzo del defibrillatore, ma è bastato guardarli in volto per accorgersi di quanto fosse terribile quel che stava accadendo. Il ragazzo è stato quindi trasferito d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Tatarella dove, pochi minuti dopo, i medici non potuto far altro che constatarne il decesso.
Si ipotizza che a stroncare la giovane vita di Antonio Amoruso, possa esser stato un aneurisma. I genitori, la famiglia e l’intera comunità scolastica sono sprofondati nel vortice della più cupa disperazione. I sanitari del pronto soccorso, che nel pomeriggio sono stati ascoltati dagli uomini del Commissariato di polizia che conducono le indagini, hanno richiesto alla magistrato titolare dell’inchiesta il cosiddetto «riscontro diagnostico», finalizzato a fare piena luce sulle cause del decesso del ragazzo ed a verificare l’appropriatezza dei soccorsi.

I poliziotti hanno anche raccolto le testimonianza della docente, visibilmente provata, e del dirigente scolastico, Lucia Lenoci che, con un filo di voce e in lacrime ha commentato: «È una tragedia immane, di fronte alla quale non ci sono parole. Siamo increduli e distrutti dal dolore». Pare che il ragazzo non avesse mai mostrato il benché minimo problema di salute ed era, anzi, vivace, allegro e gioviale. Pare anche, ma si tratta solo di una indiscrezione, che di recente fosse stato sottoposto ad una visita medica per la pratica sportiva agonistica, che tuttavia non aveva rilevato alcuna anomalia.

C’è da prevedere che oltre l’iniziativa dei medici del pronto soccorso, il magistrato disporrà l’esame autoptico sulla salma del ragazzo che è stata trasferita, a disposizione dell’autorità giudiziaria, presso l’obitorio dell’ospedale «Tatarella». Qui, fin dal pomeriggio di ieri c’è stato il mesto pellegrinaggio di compagni di scuola e di tantissime altre persone per testimoniare, anche solo con una silenziosa e commossa presenza, la partecipazione ad una vera e propria tragedia, come solo può essere la morte, innaturale, di un ragazzo di 13 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Foggia, a fuoco discarica sequestrataIl sindaco: tenere le finestre chiuse

Foggia, a fuoco discarica sequestrata. Il sindaco: tenete le finestre chiuse

 
Estate in Puglia: in 600 salpano per le Isole Tremiti

Estate in Puglia: in 600 salpano per le Isole Tremiti

 
Omicidio De Rocco a Foggiaresta in cella 38enne di Casarano

Omicidio De Rocco a Foggia
resta in cella 38enne di Casarano

 
San Ferdinando, esecuzione in strada: commando fredda un pregiudicato

San Ferdinando, pregiudicato freddato nell'auto in centro Foto

 
Espiantati gli organi del 47enne molisano, prof. Milano: «Usata tecnica innovativa»

Espiantati gli organi del 47enne molisano, prof. Milano: «Usata tecnica innovativa»

 
Assaggiatore di pizza? Un corso post-laurea

Assaggiatore di pizza?
A Foggia un corso post-laurea

 
Termoli, ambulanza impegnata e tac in manutenzione: famiglia dona gli organi del congiunto

Termoli, ambulanza impegnata
e tac in manutenzione: famiglia
dona gli organi del congiunto

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS