Cerca

Troia, spara e uccide presunto ladro entrato in casa

Troia, spara e uccide presunto ladro entrato in casa
TROIA (FOGGIA) – Sente dei rumori sospetti nel suo podere e, preso il fucile, esce dalla sua abitazione, fa fuoco e uccide il presunto ladro, Antonio Di Ciomma, di 67 anni di Cerignola con precedenti penali. E' accaduto la notte scorsa verso l'una, in una campagna sulla strada provinciale 125 tra Troia e Faeto, dove un uomo, Michele Marchese, di 52 anni, ha detto ai carabinieri di aver sparato a scopo intimidatorio contro una persona che si era introdotta nella sua campagna, uccidendola. La vittima è stata colpita alla schiena da un colpo di fucile che il proprietario del fondo deteneva regolarmente. E’ stato lui stesso a denunciare l’accaduto ai carabinieri del Comando provinciale di Foggia che dovranno ora far luce sull'episodio.

Secondo una prima ricostruzione Marchese, dopo aver sentito dei rumori sospetti nel suo fondo, ha imbracciato il fucile facendo fuoco, a scopo intimidatorio, contro il presunto ladro, uccidendo Di Ciomma. Il podere si trova in località 'Case Rotte' in agro di Troia, sulla strada provinciale 125, tra Troia e Faeto.

AGRICOLTORE DENUNCIATO PER OMICIDIO COLPOSO - E' stato denunciato per omicidio colposo l’imprenditore agricolo Michele Marchese che la notte scorsa ha ucciso, sparando colpi di fucile, un uomo, Antonio Di Ciomma, che era entrato nel suo podere. Secondo quanto accertato dai carabinieri, Marchese nella notte ha sorpreso due persone che si stavano introducendo nel cortile della sua azienda agricola, dopo aver praticato un foro nella recinzione.
L'uomo, quindi, dal balcone di casa, – si è appreso dagli investigatori – ha sparato due colpi con il suo fucile a pompa calibro 12, legalmente detenuto e caricato a pallettoni, colpendo alla schiena uno dei presunti ladri, che è morto sul colpo, mentre il complice è fuggito nelle campagne circostanti. Indagini sono in corso per identificarlo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400