Cerca

Aeroporto Gino Lisa di Foggia la Regione Puglia risponderà all'Ue

Aeroporto Gino Lisa di Foggia la Regione Puglia risponderà all'Ue
BARI – La Regione Puglia ha deciso di rispondere ai rilievi di ordine tecnico-economico sollevati dalla Commissione europea rispetto al progetto di allungamento della pista aeroportuale dello scalo 'Gino Lisà di Foggia. La decisione – si legge in una nota della Regione – è stata condivisa al termine di una riunione tenutasi oggi a Bari e convocata dall’assessore alle Infrastrutture della Regione Puglia, Giovanni Giannini.

Alla riunione, presieduta dagli assessori regionali al Bilancio, Raffaele Piemontese, e all’Agricoltura, Leonardo di Gioia, erano presenti anche l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Foggia, Antonio Bove, il segretario generale della Camera di commercio di Foggia, Matteo Di Mauro, e il direttore amministrativo di Aeroporti di Puglia spa, Patrizio Summa.

"L'elemento più rilevante emerso dall’incontro – ha detto Piemontese – è una rinnovata convergenza di tutti gli attori istituzionali intorno all’obiettivo comune del potenziamento dell’aeroporto di Foggia, evidenziando la scelta di rispondere subito agli elementi di ordine tecnico-economico in modo da affrontare con maggiore serenità il tema della quota di cofinanziamento privato, che appare ineludibile alla luce dei nuovi indirizzi comunitari in materia di aiuti di Stato".

Da parte sua Di Gioia ha sottolineato che "l'intenso carteggio tra Bari e Bruxelles testimonia l’attenzione continua che l’apparato tecnico-amministrativo della Regione ha assicurato rispetto a un dossier complesso", ed ha auspicato che "la vasta mobilitazione che ha attraversato tutta la provincia di Foggia sappia ora tradursi in impegni concreti allo scopo di rafforzare una prospettiva che non può certo esaurirsi nel cantiere per l’allungamento della nuova pista".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400