Cerca

Cerignola, assalto con kalashnikov a tir di oggetti sacri: quattro arresti

Cerignola, assalto con kalashnikov a tir di oggetti sacri: quattro arresti
CERIGNOLA (FOGGIA) – Quattro persone col volto coperto da passamontagna e armate di Kalashnikov sono state arrestate da polizia e carabinieri con l’accusa di rapina in concorso, detenzione illegale di arma e munizionamenti da guerra, ricettazione e lesioni personali. I quattro avrebbero assaltato un tir carico di oggetti sacri destinati alla Caritas.

In carcere sono finiti Amerigo Elia, cinquantenne sorvegliato speciale, Roberto Romanelli, pregiudicato di 28, Giuseppe Lapenna, di 42, sorvegliato speciale, e Riccardo Lotito, pregiudicato di 29 anni. I quattro presunti rapinatori, a bordo di un’Audi A4, hanno compiuto una rapina ai danni di un autotrasportatore albanese che viaggiava a bordo di un autotreno. Dopo aver bloccato il mezzo, hanno percosso la vittima procurandole ferite giudicate guaribili in 10 giorni e l'hanno poi abbandonata sul luogo della rapina. Il gruppo è quindi fuggito con l’autoarticolato.

La fuga dei banditi è durata poco. I quattro, a bordo di un’auto, sono stati bloccati ad Andria: sull'autovettura sono stati sequestrati un Kalashnikov completo di caricatore con 6 cartucce 7,62, un disturbatore di frequenze radio (Jammer), 2 radio portatili, maschere, passamontagna e guanti. L’autotreno stato trovato, ancora carico, alla periferia di San Ferdinando di Puglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400