Cerca

Tentativo di estorsione imprenditore arrestato a Monte Sant'Angelo

Tentativo di estorsione imprenditore arrestato a Monte Sant'Angelo
MONTE SANT'ANGELO (FOGGIA) -  I carabinieri del Comando provinciale di Foggia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti dell’imprenditore 49enne Raffaele Iaccarino, di Monte Sant'Angelo, accusato di tentativo di estorsione.

Tutto sarebbe iniziato nel febbraio scorso quando un dirigente del Comune di Monte Sant'Angelo ha denunciato ai carabinieri di Manfredonia (Foggia) di aver ricevuto, da un'utenza cellulare a lui sconosciuta, intimidazioni tramite sms, con riferimenti in particolare ad un appalto per lavori da eseguire a Monte Sant'Angelo, già aggiudicato ad una ditta, per un valore di 600 mila euro. Dalle indagini è emerso che la scheda telefonica dalla quale i messaggi erano stati inviati era intestata ad un uomo di nazionalità romena, risultato subito estraneo ai fatti.

I carabinieri hanno indirizzato le indagini su una donna di Monte Sant'Angelo, titolare di un negozio di telefonia e moglie di Iaccarino. Nel negozio, durante una perquisizione, i carabinieri hanno trovato, oltre alla fotocopia dei documenti del romeno intestatario della scheda da cui erano state inviate le minacce, altre tracce che permettevano di appurare che l'arrestato aveva attivato diverse sim a nome dello stesso cittadino rumeno, trattenendone alcune per sè per fini illeciti.

Gli indizi raccolti hanno indotto gli inquirenti a ritenere che Iaccarino sia colui il quale attraverso l'invio di sms minatori all'indirizzo del dirigente comunale avrebbe cercato di condizionarlo nell?assegnazione di appalti pubblici per i servizi cimiteriali e per il risanamento di una cava.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400