Cerca

A Foggia è record
sulle tariffe Rc auto

assicurazioni auto

FOGGIA - Non c’è più l’obbligo di esporre il tagliando dell’assicurazione auto, ma questa «gabella» non è affatto scomparsa dal bilancio delle famiglie e in quelle foggiane continua ad essere una voce quanto mai pesante.
ll costo dell’assicurazione per la macchina (o le macchine) di famiglia resta salatissimo a Foggia, colpa dei furti d’auto che sono una vera piaga difficile da guarire per la Capitanata e non rendono appetibili per le assicurazioni le polizze stipulate in questa provincia.
La tendenza nazionale è quella del rallentamento del calo dei premi Rc auto, che già di per sè non è una buona notizia.
Se a livello nazionale si registra un -2,42%, in Puglia la riduzione si fa ancora meno significativa, pari al -2,0% negli ultimi tre mesi. Dall’Osservatorio Rc Auto di Facile.it risulta che i premi Rc auto dei cittadini pugliesi restano di oltre cento euro superiori alla media nazionale (+22.6%). E’ proprio Foggia con la sua provincia a detenere il record negativo: 826,6 euro di media è quanto paga ogni anno ciascun foggiano per l’assicurazione auto.
A novembre 2015 le polizze, in Puglia, sono costate mediamente 627,9 euro, contro i 512,40 euro che si pagano a livello nazionale.


Unica provincia pugliese che fa segnare un segno positivo è Lecce, dove crescono del 3% i premi: con una polizza di 465,6 euro, ci si pone al di sotto della media nazionale. Nella provincia di Foggia, come detto, i premi sono più salati: 826,6 euro di media. In percentuale, i cali trimestrali più forti sono stati registrati nelle province di Foggia e Brindisi. Guardando invece ai numeri dell’anno precedente, il record del calo più significativo spetta ex aequo a Bari e Lecce: -35,2% per entrambe. Contrazione minore in assoluto (ma comunque più forte della media nazionale) quella di Brindisi: -25,9% in un anno.
Riguardo i prezzi medi per l’Rc auto e le variazioni nel corso dell’anno, a Foggia, a fronte di una diminuzione generale, c’è stato un calo dei prezzi più contenuto, pari al 4,9% nei primi tre mesi del 2015, al 4% nei primi 6 mesi, al 26,9%o nell’intero anno, una percentuale poco significativa se confrontata ad esempio a Bari, dove il calo durante il 2015 è stato del 35,2%, come a Lecce, Taranto si è attestata sul 33,3%, la Bat sul 32,9%, Brindisi sul 25,9%.


Per quanto riguarda il confronto delle scelte dei cittadini pugliesi con quelle registrate mediamente in Italia per ciò che concerne le tipologia di copertura aggiuntiva, spicca l’assistenza stradale, richiestissima in fase di sottoscrizione della polizza. Un pugliese su due (il 49,34% del campione) vuole questa ulteriore protezione, forse per via di un parco auto circolante piuttosto datato (il 45% delle auto assicurate in Puglia ha più di 10 anni). L’età media delle auto in Puglia sale: se a livello nazionale è di 9,32 anni a veicolo, nella regione siamo a 9,66.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400