Cerca

Canile lager a Cerignola sequestrato da Forestale 400 animali incustoditi

Canile lager a Cerignola sequestrato da Forestale 400 animali incustoditi
CERIGNOLA (Foggia) – Gli agenti del Corpo forestale dello Stato di Foggia e di Manfredonia hanno sottoposto a sequestro sanitario il canile municipale di Cerignola gestito dall’Associazione protezione animali (Apac) e gli oltre 400 cani non regolarmente custoditi. Il presidente e i responsabili dell’Apac sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per maltrattamento di animali e truffa aggravata ai danni del Comune.

Dagli accertamenti, eseguiti con l’ausilio del Servizio veterinario della Asl di zona, sono emerse condizioni precarie e inadeguate della struttura. Le verifiche sono state estese ad alcuni locali adibiti a ricovero per animali, di proprietà di una donna di Cerignola, presidente e responsabile Apac, e nelle strutture, oltre a numerosi cani, sono stati trovati alcuni cavalli e un cinghiale privi di microchip. Il canile è risultato sprovvisto del nulla osta sanitario e non poteva ospitare un numero così alto di cani, tra i quali c'erano alcuni cuccioli.

Molti cani randagi in affidamento non erano stati neppure sottoposti ai minimi trattamenti sanitari, ovvero sterilizzazione e assistenza sanitaria prestata dal veterinario convenzionato con l’associazione di fatto inesistente, e vivevano in condizioni precarie. A causa dell’assenza dei requisiti minimi di benessere animale e delle pessime condizioni igienico-sanitarie, la struttura era stata già dichiarata non idonea dal competente Servizio veterinario della Asl di Cerignola. Per garantire la sopravvivenza degli animali e la loro corretta cura, l’intera struttura è stata affidata al sindaco di Cerignola, quale autorità sanitaria comunale. Sono in corso accertamenti per verificare la regolarità dell’Apac e della convenzione con il Comune di Cerignola, scaduta da diverso tempo e non più rinnovata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400