Cerca

Fra robot e bici virtuali le idee che funzionano

Fra robot e bici virtuali le idee che funzionano
FOGGIA - C’erano gli exhibit, ma anche tante idee giovani ed innovative alla tappa foggiana del roadshow dell’Arti (Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione), dedicato al Festival dell’Innovazione, che si svolgerà a Bari dal 21 al 23 maggio. Tanta curiosità dunque per il robot drawbot, ma anche per la virtual bike, fra i protagonisti dell’appuntamento.
Il robot esegue disegni verticali e poi traduce i tratti in coordinate per i suoi spostamenti e si allontana dalla superficie grazie a un servo motore che guida un disco a sezione variabile. La virtual bike è invece un’innovaizone che consente a chi sale in sella di pedalare proprio come farebbe su di una normale bicicletta, ma in realtà il ciclista riesce a passeggiare in maniera virtuale fra i più bei paesaggi pugliesi.

Il roadshow di anticipazione del Festival dell’Innovazione ha tenuto a Foggia la sesta ed ultima tappa. Dopo Taranto, Barletta, Brindisi, Bari e Lecce nelle scorse settimane, il «movin’ tr uck» della manifestazione ha fatto sosta in Piazza Giordano. Fra i ricercatori impegnati a raccontare la propria storia di innovazione, la spin off Promis Biotech (di cui riferiamo nel dettaglio in altro servizio ndr), del dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell’Ambiente dell’Università. Per l’occasione sono stati presentati lieviti e batteri selezionati e prodotti per l’industria agroalimentare, impiegando le più moderne biotecnologie, nel rispetto del significato che le fermentazioni rivestono per le produzioni tipiche: colture starter per alimenti più salubri e industrie più competitive.

C’erano anche, in piazza Giordano, le ragazze di Fork in Progress, le sorelle Luana e Tonia Stramaglia, che hanno raccontato la loro formidabile e quanto mai nuova idea della cucina narrativa, realizzata nel loro «Forquette». Le due giovani laureate foggiane hanno messo ai fornelli nonni esperti di enogastronomia locale ed allievi dell’Alberghiero, per sposare saperi, tecniche, ma soprattutto per realizzare piatti intergenerazionali che sventino il rischio- emarginazione degli anziani.
In piazza c’erano anche gli artefici di Tag-Archeo, per mostrare un prodotto interattivo per l’informatizzazione e la fruizione dei siti archeologici: schede dettagliate degli ipogei, rilievi tridimensionali in alta definizione con l’ausilio di laser scanner 3D e virtual tour.

Il Festival dell’Innovazione 2015 è u n’iniziativa di Regione Puglia (Area Politiche per lo Sviluppo economico, il Lavoro, l’Innovazione), assessorato allo Sviluppo Economico e di Arti, che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Bari e della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bari. L’attività è realizzata nell’ambito del progetto “Alleanza tra ricerca ed impresa per la Smart Puglia – Programma Operativo per la fase conclusiva del Progetto Ilo2, cofinanziato dall’Unione Europea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400