Cerca

Perseguita imprenditore per estorsioni: arrestato

Perseguita imprenditore per estorsioni: arrestato
FOGGIA - Con l’accusa di tentata estorsione, aggravata dal metodo mafioso, nei confronti di un imprenditore locale, gli agenti di polizia hanno arrestato Ivan Narciso, di 25 anni a cui, la misura cautelare emessa dal gip del Tribunale della Dda di Bari, è stata eseguita presso la Casa Circondariale di Foggia dove il giovane era recluso.

Secondo quanto accertato dagli agenti di polizia, l?indagato sarebbe responsabile dei tentativi di estorsione ai danni di un imprenditore locale che dalla fine di gennaio scorso aveva subito diversi e gravi atti di intimidazione, anche diretti ai propri familiari. Il 21 marzo del 2015 Narciso era stato sottoposto, d?iniziativa della polizia giudiziaria, a fermo poichè erano emersi elementi tali da far ritenere che potesse compiere altri atti di intimidazione nei confronti dell’imprenditore. Il fermo è stato poi convalidato dal gip del Tribunale di Foggia che ha ravvisato nella condotta del 25enne i segni del metodo mafioso e ha, pertanto, trasmesso gli atti al gip del Tribunale di Bari e la Dda ha poi avanzato richiesta di misura cautelare che il giudice di quel Tribunale ha accolto disponendo la custodia in carcere. Narciso è accusato di aver tentato di estorcere la somma di 20 mila euro (dopo una richiesta iniziale di 100mila euro). Mediante minacce di morte ed intimidazioni telefoniche, nonchè attraverso l?incendio di un?autovettura, 5 colpi di arma da fuoco sparati contro un?autovettura in uso a famigliari della vittima e con l?esplosione di un ordigno rudimentale collocato presso l?abitazione dei genitori dell’imprenditore, il 25enne aveva pensato di ottenere la somma richiesta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400