Cerca

Frana sposta autostrada un «gradino» di 15 cm sulla A14 Termoli-Vasto Ieri chiusa per ore anche la linea ferroviaria Adriatica

VASTO - L'autostrada A14, tra i caselli di Vasto Sud-Montenero e Termoli, rischia di restare chiusa per molti giorni. Lo smottamento che ha interessato il km 462,400 sul viadotto Cacchione ha prodotto una ferita molto profonda, che impegnerà i tecnici della Società Autostrade per diverso tempo, con un intervento importante da eseguire per rimettere in sicurezza la sede stradale. L'asfalto si è spezzato provocando un dislivello di almeno una quindicina di centimetri e ha prodotto uno scalino.
Frana sposta autostrada un «gradino» di 15 cm sulla A14 Termoli-Vasto  Ieri chiusa per ore anche la linea ferroviaria Adriatica
PETACCIATO (CAMPOBASSO) – L'autostrada A14, tra i caselli di Vasto Sud-Montenero e Termoli, rischia di restare chiusa per molti giorni. Lo smottamento che ha interessato il km 462,400 sul viadotto Cacchione ha prodotto una ferita molto profonda, che impegnerà i tecnici della Società Autostrade per diverso tempo, con un intervento importante da eseguire per rimettere in sicurezza la sede stradale. L'asfalto si è spezzato provocando un dislivello di almeno una quindicina di centimetri e ha prodotto uno scalino.

E nella notte si è ulteriormente approfondita la frana di Petacciato (Campobasso) che interessa la zona da quasi cento anni. I solchi si sono ingranditi e ci sono stati dei piccoli cedimenti alle case del centro storico del paese che sono disabitate da numerosi anni. Il sindaco del paese Gabriele Lapalombara ha annunciato l’abbattimento degli immobili, almeno dieci case.

Questa mattina si è svolto in municipio un incontro tecnico a cui hanno preso parte l’assessore regionale ai Lavori pubblici Pierpaolo Nagni, i geologi della Regione Molise, gli ingegneri della Protezione Civile e i tecnici della provincia di Campobasso e del Comune di Petacciato. A conclusione della riunione si è svolto un sopralluogo sul costone del paese dove è in atto lo smottamento.
"Questa zona - ha spiegato il sindaco – è interessata da un progetto di sistemazione e raccolta delle acque. I fondi sono stati già stanziati e ammontano a 800 mila euro. I lavori inizieranno a breve in quanto sono stati già appaltati dopo lo stanziamento della Protezione Civile. Si tratta in ogni caso di un intervento parziale". Oggi l’Amministrazione comunale insieme con la Provincia è impegnata intanto nella riattivazione delle vie di comunicazione tra il paese e la marina di Petacciato e verso Vasto. "Nel corso della giornata – ha aggiunto il primo cittadino – se non ci saranno controindicazioni decideremo di riaprire la scuola elementare già domani". Sono state riscontrate nuove crepe anche sulla facciata esterna del municipio e piccole lesioni in una palazzina con 4 appartamenti adiacente al palazzo Comunale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400