Cerca

Omicidio sul Gargano arrestato in Veneto

VIESTE (FOGGIA) - In esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Foggia Rita Pasquina Curci, su richiesta del pm Paola Palumbo, gli agenti del commissariato di polizia di Manfredonia hanno arrestato a Jesolo (Venezia) Amin Er Raouy, viestano di 21 anni di origini marocchine, ritenuto complice di Silvio Stramacchia nell’omicidio a scopo di rapina di Mario Nardella
Omicidio sul Gargano arrestato in Veneto
VIESTE (FOGGIA) - In esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Foggia Rita Pasquina Curci, su richiesta del pm Paola Palumbo, gli agenti del commissariato di polizia di Manfredonia hanno arrestato a Jesolo (Venezia) Amin Er Raouy, viestano di 21 anni di origini marocchine, ritenuto complice di Silvio Stramacchia nell’omicidio a scopo di rapina di Mario Nardella, compiuto l’11 novembre del 2014 a Vieste. A Stramacchia, oltre all’omicidio di Nardella, viene contestato un ulteriore tentativo di rapina effettuato qualche ora prima dell’omicidio in un altro esercizio commerciale di Vieste.

L'omicidio, secondo gli investigatori, fu compiuto da Stramacchia con un coltello da cucina nel deposito di bevande di Nardella dopo che l’uomo aveva abbozzato una reazione. Subito dopo il presunto assassino fu bloccato dalla polizia. Le indagini hanno confermato la presenza sul posto di un complice individuato in Amin Er Raouy che avrebbe, secondo quanto appurato, fornito materialmente il coltello per uccidere Nardella e fatto da palo, nascondendo gli indumenti del complice in un vano nella sua disponibilità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400