Cerca

Asilo per cani i nuovi dog sitter

di ANNA MARIA VITULANO
MANFREDONIA - Dog sitting, nosework, dog trekking, asilo, corsi di formazione, educazione e rieducazione: è la mission del primo centro cinofilo nato a Manfredonia grazie all’iniziativa di tre giovani accomunati dalla passione per i cani: Giuseppe, Antonio e Angelo. I tre ragazzi, provenienti da esperienze di vita e lavorative differenti, hanno deciso di costituirsi in associazione, la «Dog's revolution»
Asilo per cani i nuovi dog sitter
di ANNA MARIA VITULANO

MANFREDONIA - Dog sitting, nosework, dog trekking, asilo, corsi di formazione, educazione e rieducazione: è la mission del primo centro cinofilo nato a Manfredonia grazie all’iniziativa di tre giovani accomunati dalla passione per i cani: Giuseppe, Antonio e Angelo. I tre ragazzi, provenienti da esperienze di vita e lavorative differenti, hanno deciso di costituirsi in associazione, la «Dog's revolution» e crearsi una occupazione, forti di un dato confermato anche dall’Eurispes: più del 50% delle famiglie italiane ha in casa uno più amici a quattro zampe e non sempre senza difficoltà. I servizi offerti dal centro cinofilo sono rivolti anche a coloro che, pur avendo deciso di adottare un cane, per motivi diversi non riescono a prendersene cura, come vorrebbero, per l’intera giornata e per questo necessiterebbero di un aiuto da cui trarrebbe beneficio anche l’animale.

Il centro cinofilo di Manfredonia, ubicato in località Posta del Fosso, offre loro la possibilità dell’accoglienza giornaliera nella struttura dove il cane può socializzare e imparare a relazionarsi con altri animali (perché spesso i cani manifestano aggressività), divertirsi, correre libero dal guinzaglio e partecipare a uno o più corsi di educazione (adulto o cucciolo che sia, c'è sempre tempo per intervenire sotto questo aspetto) o di affinamento delle loro abilità. Il padrone dell’animale che non sempre ha piena consapevolezza di cosa significhi e comporti la decisione che ha preso di condividere la propria vita con un cane.

«Il nostro intento» spiega Angelo «è quello di curare e/o migliorare la relazione che intercorre tra cane e uomo, una relazione che purtroppo spesso è fondata su presunzione o coercizione. Non c’è relazione che tenga se alla base manca il rispetto, la fiducia e la comunicazione. Il nostro compito sta nell’educare il cane per tirar fuori le sue potenzialità per renderlo felice. Ma attenzione: non siamo addestratori e riteniamo che le metodiche utilizzate per l’addestramento appartengano al passato. Il nostro metodo è basato sull’approccio “cognitivo-
zooantropologico” ch e punta a rendere il padrone responsabile e capace di insegnare qualsiasi cosa al proprio cane e soprattutto rendere il proprio cane capace di scegliere autonomamente ciò che può o non può fare, sviluppando quindi una vasta gamma di capacità cognitive che lo rendono sereno in qualsiasi tipologia di contesto».
A breve partiranno corsi di formazione per educatori cinofili, volontari e/o operatori di canile. Il centro cinofilo Dog's revolution è affiliato Coni, Acsi e Civilis-Confederazione europea onlus.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400