Cerca

Sequestrati beni a un ex consigliere comunale di Foggia

FOGGIA – Beni per 110mila euro sono stati sequestrati da polizia e Guardia di finanza all’ex consigliere comunale di Foggia Massimo Matteo Laccetti. La misura cautelare reale è stata disposta dalla magistratura dopo l’arresto, compiuto il 2 aprile scorso, di tre persone, tra cui Laccetti e l'allora responsabile dell’Ufficio Suap del Comune di Foggia, Fernando Antonio Biagini, accusati di concussione ai danni dell’imprenditore Raffaele Zammarano. Gli investigatori ritengono di aver accertato l’assoluta sproporzione tra i beni nella disponibilità di Laccetti e la sua capacità economica
Sequestrati beni a un ex consigliere comunale di Foggia
FOGGIA – Beni per 110mila euro sono stati sequestrati da polizia e Guardia di finanza all’ex consigliere comunale di Foggia Massimo Matteo Laccetti. La misura cautelare reale è stata disposta dalla magistratura dopo l’arresto, compiuto il 2 aprile scorso, di tre persone, tra cui Laccetti e l'allora responsabile dell’Ufficio Suap del Comune di Foggia, Fernando Antonio Biagini, accusati di concussione ai danni dell’imprenditore Raffaele Zammarano.

Gli investigatori ritengono di aver accertato l’assoluta sproporzione tra i beni nella disponibilità di Laccetti e la sua capacità economica ufficialmente dichiarata. In particolare,  nel periodo 2007-2012, il nucleo familiare del politico, a fronte di disponibilità ufficiali per circa 180mila euro, ha fatto acquisti ed investimenti per oltre 240mila euro. I sigilli sono scattati ad immobile, a due autovetture ed al 50% del capitale di una società dedita all’esercizio e all’accettazione di scommesse con sede a Cesena, ritenuta di fatto nella disponibilità di Laccetti. Il sequestro preventivo di oggi segue quello da 106mila euro eseguito nell’aprile e nel maggio scorsi nei confronti di Laccetti e Biagini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400